Tribunale: l’ennesimo imbroglio in danno del nostro Territorio

protesta-tribunale-rodi-10Il Presidente ed il Segretario del Comitato per la difesa e/o istituzione del Tribunale del Gargano e/o sezione distaccata di Rodi Garganico chiedono ufficialmente ai sindaci del Gargano di prendere posizione ufficiale su tale problematica.

Non credevamo, meglio, non credevamo fosse possibile arrivare a tale grado di mistificazione della realtà.

E’ l’ennesima (ri) prova di quanto sia distante la politica, soprattutto quella romana, dalle esigenze dei cittadini, di quanto non conosca le reali esigenze dei territori, di quanto tutto venga studiato a tavolino, senza studio alcuno e senza coinvolgere le istituzioni locali.

Veniamo ai fatti.

In data 03.12.2013 la commissione Giustizia del Senato dava parere favorevole allo schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi 1\55 e 156 /2012 relativi alla famosa riforma in materia di Geografia Giudiziaria, che tanto caos e disfunzioni ha causato, in pochi giorni di vigenza!

Quali sono i correttivi proposti, relativamente al ns. territorio?

Non il ripristino della sezione distaccata di Rodi G.co, la più lontana dalla sede accorpante e, in verità, anche dal Tribunale di Lucera soppresso. Ne, pare, in ragione del fatto che di sezioni distaccate non vogliano sentir parlare. Infatti, alla lettera 9 capo G dell’approvato schema correttivo è dato leggere la previsione di sezioni distaccate sia ove sono stati soppressi sedi di Tribunali, per la trattazione dei procedimenti civili e penali ,sia per alcune sedi distaccate quali Ischia, Lipari e Portoferraio.

Per un miglior servizio giustizia sul Gargano, per evitare un aggravio di costi per il detto territorio e (così è espressamente scritto nel richiamato parere), per garantire “il Giudice di prossimità” alle dette popolazioni, apparendo anche alla detta commissione ingiusto e pari a “denegare giustizia” la eccessiva lontananza della sede di Tribunale dai centri che devono essere da essa serviti , ha pensato bene di prevedere il ripristino del Tribunale di Lucera. Ne ha previsto, addirittura, maggiore competenza territoriale, arrivando a coprire i territori di Manfredonia e Vieste.

Ma di quali risparmi vaneggia la commissione Giustizia?

protesta-tribunale-rodiForse non sa, non vuole sapere o finge di non sapere che il Tribunale di Lucera si trova a meno di 10 chilometri da Foggia, alla stessa distanza del detto Tribunale oggi accorpante dai paesi del Gargano, che dovrebbe servire, nelle intenzioni del legislatore.

E allora di cosa si parla, se non dell’ennesimo maldestro tentativo di salvaguardare gli interessi di qualcuno, non certamente quelli delle popolazioni del Gargano, che subirebbero l’ennesimo scippo, paradossalmente motivato proprio dalla inesistente riduzione di costi e dal miglioramento del servizio Giustizia che verrebbe apportato in loro favore da tale assurda, illogica e cervellotica soluzione.

Eppure, sono state proposte sia presso il Ministero di Giustizia, sia in altre sedi, soluzioni che garantirebbero un miglioramento del servizio giustizia per il Gargano, peraltro con deliberati di tutti i Comuni del Gargano.

Non ci vogliano particolari capacità e/o “un comitato di saggi” per capire che dette popolazioni sarebbero meglio servite ed il servizio Giustizia notevolmente migliorato, con una sezione distaccata di tribunale ripristinata in Rodi G.co, con funzioni per il corrente in materia civile e penale, a cui potrebbe far capo la stessa popolazione di Vieste.

Naturalmente, detta sezione dovrebbe essere munita di ufficiali giudiziari, così abbassando i costi del servizio Giustizia, divenuti insostenibili in specie per le procedure esecutive, atteso che le trasferte degli ufficiali giudiziari dalla sede di Foggia costano centinaia di euro all’utente.

La situazione non cambierebbe, anzi sarebbe paradossalmente aggravata per alcuni territori, se il parere della Commissione Giustizia avesse applicazione.

Infatti, gli ufficiali giudiziari costerebbero ancora di più per le città di Vieste e Manfredonia, mentre sarebbero “a pari costo” per il resto del Gargano, non essendovi, come detto, differenza tra l’attuale sede del Tribunale di Foggia e la ipotizzata sede di Lucera.

Allora, bisogna tenere alta la guardia.

Bisogna lottare ed inviare atti ufficiali al Governo, al Presidente della Repubblica, alla Commissione Giustizia della Camera, al Ministero di Giustizia, alla Commissione Europea, per evitare che si perpetri un nuovo ignobile scippo in danno del nostro territorio.

avvocati tribunale rodiVanno apportati i correttivi ai decreti legislativi in materia di geografia Giudiziaria, ma migliorativi, non peggiorativi per il Gargano, peraltro sostenendo l’esatto contrario in motivazione.

Chiedo ufficialmente, con la presente, a tutti i Sindaci del Gargano di prendere posizione ufficiale su tale problematica, confermando che la soluzione migliorativa per il nostro territorio è la (re)istituzione della sezione distaccata di Rodi G.co, a cui potrebbe e dovrebbe accedere la città di Vieste, che dista meno di trenta chilometri.

Si consentirebbe, così, una notevole riduzione dei costi per usufruire del servizio Giustizia al territorio del Gargano, attualmente distante dalla stessa (Giustizia) oltre cento chilometri, in alcuni casi centotrenta chilometri, caso unico in Italia, con infrastrutture viarie e di servizio pubblico fatiscenti e/o insussistenti.

Ancor meglio, in futuro, va prevista la istituzione di un Tribunale del Gargano – sul Gargano, onde evitare che si facciano avanti altri paladini del nostro territorio!

La presente viene inviata, per la divulgazione, agli organi di stampa, locali e nazionali, ai Sindaci dei Comuni del Gargano, perché si attivino immediatamente, tenendo presente che termine ultimo per decidere sui correttivi da apportare alla riforma in materia di geografia giudiziaria è settembre 2014.

Noi continueremo a vigilare, come fatto finora, a proporre soluzioni nell’interesse del nostro territorio, peraltro supportate da dati oggettivi e non da interessi di campanile.

Il Presidente ed il Segretario del Comitato per la difesa e/o istituzione del Tribunale del Gargano e/o sezione distaccata di Rodi G.co

avv. Domenico Afferrante
avv. Giovanni Maggiano

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici