Tribunale di Lucera: dopo il Pd si mobilita anche il Pdl

tribunale-luceraPromette di diventare tema di campagna elettorale la questione della chiusura del tribunale di Lucera, votata dal governo Monti, appoggiato da Pdl Pd e Udc, sulla scorta di una legge delega, ovvero una sorta di “cambiale in bianco” data dall’allora maggioranza parlamentare di centro destra al precedente governo Berlusconi .

“Il Pdl e la chiusura del tribunale di Lucera” é questo, infatti, il titolo di un convegno che si terrà martedì 12 febbraio alle 19 presso la sala conferenza dell’albergo Villa Imperiale organizzato dal Pdl e che prevede anche l’intervento di Raffaele Fitto capogruppo Pdl alla Camera. Al convegno presenzieranno anche il deputato barese componente della commissione giustizia Francesco Paolo Sisto ed il vicepresidente della Camera, il manfredoniano Tonio Leone e il consigliere regionale Lucio Tarquinio che hanno sposato la causa e non solo elettorale. Tarquinio in particolare ne ha somatizzato il problema e l’ingiustizia, la sproporzione tra la storia del presidio e gli effetti devastanti del problema. Forte di una pattuglia, quella lucerina che ha da sempre annunciato battaglia chiama a raccolta le forze Pdl per affrontare il problema.

Dopo la trasferta lucerina di mercoledì scorso della senatrice Pd Finocchiaro, che ha spiegato come il Pd prevede nel suo programma di governo il salvataggio del tribunale di Lucera e degli altri cinque per i quali le commissioni parlamentari giustizia votarono per la non soppressione, parere del quale però il ministro guardasigilli Paolo Severino non tenne conto tirando diritto; quindi sarà il Pdl a far sapere le sue proposte sul futuro del tribunale di Lucera. L’incontro vedrà l’intervento del sindaco Pasquale Dotoli, dell’europarlamentare lucerina Barbara Matera, dei consiglieri regionali Lucio Tarquinio, candidato al Senato, e Giandiego Gatta, e la partecipazione istituzionale del presidente dell’Ordine degli avvocati Giuseppe Agnusdei e del presidente del comitato per la difesa della legalità in Capitanata Raffaele Preziuso.

Se il Pd ha fatto venire un big di peso come la Finocchiaro, il Pdl farà scendere martedì a Lucera come visto due parlamentari, un europarlamentare e due consiglieri regionali, quasi a voler mostrare i muscoli. Sisto poi a Lucera già è venuto però più volte e si è speso tanto per contrastare il dissennato, almeno per la Capitanata, disegno di riforma della geografia giudiziaria partorito dal governo tecnico Monti. Al cittadino però viene da chiedersi: serviranno a qualcosa queste iniziative dal sapore elettorale? Laddove quando era ora e tempo la politica ha fatto poco e male. Chissà? Per ora, dopo aver ascoltato le parole della Finocchiaro toccherà ascoltare le parole dei rappresentanti del Pdl. E poi a partire dalla prossima primavera si vedrà cosa vorrà fare di concreto il prossimo governo, di qualunque colore esso sia. Anche se a Lucera prevale come sempre il sarcastico motto “chi campa vede!” quanto mai attuale in una campagna elettorale come questa alla quale stiamo assistendo e nella quale tutti o quasi promettono.

Francesco Barbaro

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici