Saldi: si parte domani dopo un periodo nero e di sconti già in atto

soldiCome ogni anno si accentua quel conflitto strano, vecchio e di retroguardia che lascia dietro di sé solo polemiche sterili e superate anche dai tempi. Come ogni periodo di inizio saldi si grida al raggiro, alla truffa fin quasi alla denigrazione di un’intera categoria cioè quella dei piccoli commercianti, che non merita altri conflitti subendone già numerosi tutti i giorni da parte di chi non ha compreso ancora l’elevato valore sociale dei piccoli negozi in via di estinzione e non lo hanno ancora capito, o fanno finta di non capirlo, neanche le Associazioni che un tempo ponevano al centro della loro attenzione proprio gli interessi della piccola impresa.

Diciamo con forza No a vecchi e nuovi conflitti tra consumatori e commercianti perché questo è un modo di alimentare sfiducia senza neanche averne giustificazione reale. Se è vero che anche noi come Associazione abbiamo più volte rilevato comportamenti poco chiari durante il periodo dei saldi è altresì vero che queste situazioni le abbiamo denunciate alle competenti Autorità e proprio la denuncia si è manifestata la migliore arma quale deterrente per chi avesse voluto imitare tali comportamenti scorretti dal punto di vista commerciale.

Oggi dobbiamo tutti essere consapevoli che la gravissima situazione di crisi che stiamo attraversando e che persisterà anche per i prossimi anni costringendoci da subito a cambiare stili e forme di comportamento, anche in merito ai consumi, richiede, al contrario, che si rafforzi l’alleanza tra le parti e che a prevalere siano la fiducia e il reciproco rispetto.

Oggi i commercianti sono disperatamente disponibili a questo nuovo rapporto, anche dettato dalle necessità, quindi siamo convinti che saranno pochissimi coloro che intenderanno perseverare in forme di scorrettezza commerciale così come auspichiamo che si ponga fine alle campagne di strumentalizzazione che disorientano il consumatore e lo rendono meno propenso agli acquisti che per quest’anno saranno particolarmente convenienti perché i saldi possono essere considerati di inizio stagione viste le condizioni meteo che non hanno ancora fatto sentire il loro effetto inverno.

I consumatori, quindi, approfittino di queste condizioni favorevoli in quanto da sabato prossimo sarà possibile trovare il più vasto assortimento con percentuali di sconto molto superiori alla media già dai primi giorni.

Altro vantaggio per i consumatori è rappresentato dal fatto che le vendite natalizie dei prodotti offerti a saldo, in particolare abbigliamento, hanno registrato fortissimi cali nonostante i commercianti abbiano praticato sconti in media del 20% nel periodo delle vendite promozionali (dal 16 settembre fino ai 40 giorni prima dei saldi cioè fino a quasi fine novembre) ed hanno continuato a scontare la merce della stessa percentuale nell’intero periodo natalizio avvalendosi della facoltà concessa dalla norma vigente di praticare liberamente sconti alla cassa senza infrangere la norma quindi senza pubblicizzare gli sconti all’esterno.

Anche da parte nostra, comunque, riteniamo opportuno un repentino ed immediato cambio di rotta quindi auspichiamo una liberalizzazione totale della gestione degli sconti e dei saldi da parte degli esercenti in modo da adeguare la nostra Nazione rispetto a quelle molto più evolute dal punto di vista della gestione aziendale e normativo.

Co.di.cons
Comitato Difesa Consumatori Puglia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici