Rincaro notifiche dopo la soppressione dei tribunali

percorsi dal Gargano verso il tribunale di Foggia

La rivoluzione della geografia giudiziaria causa nell’immediato alcune conseguenze negative per il cittadino. Tra queste ci sono possibili maggiori spese per la notificazione degli atti giudiziari e per i pignoramenti a causa delle maggiori distanze da percorrere per il recapito a mani del destinatario. Si pensi a circostanze in cui il mittente vuole avere una maggiore sicurezza nell’inoltro e chiede la notificazione da parte dell’ufficiale giudiziario e non con il servizio postale. Si pensi anche ai pignoramenti mobiliari da effettuare al domicilio del debitore esecutato.

Prima della soppressione dei tribunali, la sezione distaccata era anche sede degli ufficiali giudiziari, cui si chiedeva di effettuare le notificazioni presso i comuni appartenenti alla ripartizione territoriale della sede giudiziaria distaccata. Questo significava che per una notificazione a mani del destinatario si calcolava il rimborso chilometrico sulla distanza tra la sede della sezione distaccata del tribunale e il domicilio del destinatario.

Una volta soppressa la sezione distaccata il numero dei chilometri si calcola dalla sede del tribunale e non più dalla soppressa (e più vicina) sezione distaccata: la distanza aumenta inevitabilmente e con essa il costo della trasferta dell’ufficiale giudiziario.

Questo vale per la notificazione di atti e anche per le esecuzioni, come ad esempio la notificazione degli atti di pignoramenti di crediti.

Per avere un’idea dell’incremento si consideri che l’indennità di trasferta è stabilita con decreto del ministero della giustizia.

Il dm del 9 dicembre 2012 prevede l’indennità nei seguenti importi:

– fino a 6 chilometri 1,93 euro;

– fino a 12 chilometri 3,52 euro;

– fino a 18 chilometri 4,86 euro;

– oltre i 18 chilometri, per ogni percorso di 6 chilometri o frazione superiore a 3 chilometri di percorso successivo, nella misura di 4,86 euro, aumentata di 1,03.

Se poi si chiede la notificazione urgente il costo aumenta.

È chiaro che vi è molta differenza a seconda che il punto di partenza per il calcolo della notifica a un destinatario residente nel comune, dove era collocata la sezione distaccata del tribunale, sia la stessa sezione distaccata oppure la sede principale del tribunale.

Il costo delle notificazioni degli atti giudiziari e degli atti esecutivi subisce un’immediata impennata. Si tratta di incrementi proporzionalmente molto alti. Ma non è solo questo un possibile effetto della soppressione del tribunale.

Altra conseguenza riguarda la fase di trasferimento dei fascicoli delle cause con la necessità di fissare nuove udienze e sospendere di fatto il corso della causa. In effetti il fascicolo giacente presso la sezione distaccata deve essere trasferito alla sede del tribunale. Qui il presidente del tribunale deve procedere alla riassegnazione ad una sezione e, quindi, ad un giudice, il quale dovrà provvedere a fissare nuova udienza.

Tutto questo implica un immediato stop dell’iter giudiziario, e il decorso di un lasso di tempo più o meno lungo, oltre al lavoro delle cancellerie per la nuova rubricazione del fascicolo: tutto ciò si ripercuote sugli interessi del cittadino e dell’impresa coinvolta nel contenzioso.

In effetti il trasloco dei fascicoli implicherà una parentesi in cui il processo non va avanti.

Un altro effetto tocca direttamente gli avvocati i quali potrebbero trovarsi nella necessità di spostare da un ordine all’altro. Questo può capitare, considerato che la soppressione di alcuni tribunali implica la redistribuzione territoriale: quindi alcuni comuni possono essere spostati dal circondario di un tribunale ad un altro.

Poiché l’avvocato si iscrive presso l’ordine competente per il comune presso cui il legale tiene il suo domicilio professionale principale, se questo comune è stato attratto nella competenza di un tribunale diverso da quello precedente, l’avvocato è posto di fronte ad una alternativa: o cambia l’ordine professionale oppure sposta lo studio. A questo proposito in questi giorni gli ordini stanno avvisando i propri iscritti cosicchè possano assumere l’una o l’altra decisione.

Antonio Ciccia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici