Buon 2014 a tutti i cittadini garganici

2014_1Ogni crisi arreca il germe della rinascita il cui seme riesce a rompere il guscio più rigido; così come il coraggio e l’entusiasmo aiutano a superare i momenti difficili rendendo la vita ancor più bella nel suo splendore.

Un buon avvio per tale superamento e che ognuno svolga al meglio il proprio dovere.

Alcuni dovrebbero girare pagina per ridare al nostro territorio la giusta immagine:

coloro che con l’arroganza e con la violenza lo hanno sporcato di delinquenza,
coloro che in nome dell’evoluzione lo vogliono ferire con le trivellazioni,
coloro che in ogni momento lo hanno imbruttito di cemento,
coloro che senza rispetto hanno estinto piante e animali modificandone l’aspetto,
coloro che nei propri uffici e nelle amministrazioni hanno svolto abusi di gestione.

Alcuni dovrebbero apportare maggior impegno, il nostro Promontorio necessita in modo assoluto del loro sostegno:

maggior collaborazione tra tutte le forze dell’ordine per ripulirlo dal disordine,
maggior devozione nella religiosità per farlo ritornare vero luogo di Spiritualità,
maggior controllo da parte di organi competenti per valorizzarne e pubblicizzarne i prodotti naturali, latte, verdure, frutta, fiori e animali,
maggiore tutela per i centri storici e per i nuovi progetti, siano essi inerenti all’ ambiente, che suscitino antichi effetti e rispettino gli schemi architettonici,
maggiore accortezza nella sanità, nei propri ospedali e nelle varie professioni tanto da svolgere con più di amore le proprie mansioni.

Alcuni dovrebbero ancora sostenerlo come hanno già fatto in passato attraverso:

la cultura, la ricerca, lo sport, la musica, il folklore, il turismo, l’artigianato, l’informazione, la pastorizia e l’agricoltura;

dedicando l’entusiasmo e il tempo libero con passione, così che il Parco del Gargano possa essere sempre il fiore all’occhiello della Nazione.

In tal modo accoglierò il 2014 chiedendo aiuto al Signore, per me e per tutti garganici, affinché possa essere migliore.

All’Assoluto Padrone imploro clemenza, plachi il furore dell’offesa natura.
Allevii il dolore di chi è nella sventura, colmi il suo cuore di serenità.

Insegni a soccorrere con fattivo impegno chi senza chiedere ne ha tanto bisogno.
Aiuti a ritrovare la perduta speranza, il senso della fratellanza e quello della bontà.
Doni o Signore un anno migliore ricco di pace e di Amore.
Ridoni a tutti senno e serietà.

Antonio Monte

1 Commento

  1. Vincenza Saccia

    spero tanto che nel 2014 sia migliore per tutti!!! Vii auguro buon anno a voi tutti ,,,,,buona serata amici…..

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici