All’istituto superiore di Rodi Garganico è l’ora del registro elettronico

registro-elettronicoIl quadernone blu appoggiato sulla cattedra ed esibito ai colloqui con i genitori diventerà presto solo un ricordo. Voti, assenze, note e giudizi dei professori, infatti, da settembre sono annotati sul registro elettronico, voluto dal decreto Monti un anno fa assieme alle pagelle in formato elettronico e le iscrizioni online.

Una vera rivoluzione insomma che sarebbe dovuta entrare in vigore già nell’anno scolastico 2012/2013 ma che, per difficoltà – vere o ipotizzate – sta subendo forti ritardi rispetto ai tempi inizialmente previsti. In controtendenza rispetto al resto delle scuole italiane l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Mauro del Giudice” di Rodi Garganico, che proprio in questi giorni ha avviato il definitivo passaggio dal registro cartaceo a quello elettronico.

Per capire i vantaggi del nuovo sistema incontriamo il referente del progetto professor Francesco Angelicchio.

francesco angelicchio

Prof. Angelicchio, quali sono i vantaggi del registro elettronico?

I vantaggi sono molteplici. Innanzitutto i docenti sono in grado di generare una cartella personale per ogni alunno, incrociando i dati con quelli dei colleghi. Le informazioni così ottenute potranno successivamente essere analizzate anche per mezzo di grafici e statistiche sull’andamento non solo dell’allievo ma anche dell’intera classe. Ne consegue che sarà più semplice mettere ordine nelle valutazioni e soprattutto garantire la massima trasparenza verso le famiglie.

La congiuntura economica attuale ha ridotto le risorse a disposizione delle scuole. Come avete affrontato questo aspetto?

Considerate le ristrettezze economiche con le quali il mondo scolastico è costretto a convivere, in un primo momento si era ipotizzato il riutilizzo di attrezzature già in dotazione al nostro istituto. Ben presto però siamo stati costretti ad abbandonare questo percorso a causa dell’inadeguatezza dei prodotti di cui potevamo disporre. Assieme ai miei colleghi e con l’indispensabile collaborazione del Dirigente Scolastico Prof. Antonio de Grandis, ci siamo messi alla ricerca di alternative riuscendo ad intercettare un finanziamento pubblico messo a disposizione dal POR FESR Puglia. Con successiva gara di evidenza pubblica a cui sono state invitate oltre 300 aziende abbiamo individuato la migliore proposta che, aggiungo con un pizzico di orgoglio, è risultata essere proprio quella di una ditta di Rodi Garganico.

Potrebbe spiegarci in cosa consiste il progetto realizzato?

D’ora in poi ciascun docente sarà dotato di un dispositivo personale di tipo tablet con il quale interagire – tramite rete wireless – con il sistema informativo in dotazione all’istituto, svolgendo tutte le funzioni che precedentemente erano affidate al registro cartaceo di classe ed a quello personale degli insegnanti. Allo stesso tempo alle famiglie è consentito l’accesso ad un’area riservata di un apposito sito web per consultare in tempo reale i dati relativi ai propri figli.

wifi-delgiudiceÈ di qualche giorno fa la notizia di un baco del sistema che consentirebbe la modifica arbitraria dei voti da parte di malintenzionati. Siete preoccupati?

Quella rilanciata da una testata giornalistica di rilievo nazionale è una notizia che non ci preoccupa affatto. Ben consapevoli di tutti i possibili rischi cui andavano incontro, abbiamo progettato il sistema in maniera tale da essere immuni rispetto al transito in chiaro delle credenziali sulla rete, anticipando di fatto quanto denunciato dai media ed allo stesso tempo ottemperando a precise raccomandazioni del Garante della Privacy. Pur non potendo rivelare per ovvie ragioni tutti i particolari, posso assicurare che il nostro sistema rispetta severi standard di sicurezza, perfezionati anche grazie alla lunga esperienza nel settore vantata dal partner che ha realizzato l’infrastruttura.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici