Riprende la battaglia dei «No Triv»

no-petrolio-adriaticoIl ministro dell´ambiente Andrea Orlando sarà a Mattinata il 18 e 19 luglio. Così dopo i ministri Mauro e Quagliariello che nei giorni scorsi hanno visitato Vieste e Peschici, un altro ministro del Governo presieduto da Enrico Letta sarà in visita in provincia di Foggia. A dare l’annuncio della visita del ministro Orlando, che è anche importante dirigente del Partito Democratico, è il sindaco Lucio Roberto Prencipe che riceverà il ministro giovedì 18 luglio alle ore 19,30 a palazzo Barretta, sede del Comune.

Il giorno successivo Orlando, sempre nella località garganica, prenderà parte ad un incontro dibattito sulla questione della ricerca di petrolio in Adriatico ed in specie nel mare circostante le Isole Tremiti e sulle relative autorizzazioni. All’incontro dibattito presso l’auditorium del museo civico sono state invitate i vari rappresentanti istituzionali a vario titolo interessati alla questione: l’assessore regionale all’ambiente Lorenzo Nicastro, il dirigente del settore ambiente della regione Puglia, i deputati e senatori della Capitanata, i consiglieri regionali Giandiego Gatta e Francesco Ognissanti, il prefetto di Foggia, il presidente del Parco nazionale del Gargano Stefano Pecorella, il Corpo Forestale dello Stato, le forze dell’ordine.

Con il ministro Orlando saranno protagoniste dell’incontro mattinatese le associazioni ambientaliste del territorio. Ad iniziare da“No Triv”, ossia la Rete di associazioni contro le trivellazioni petrolifere coordinata da Raffaele Vigilante. L’anno scorso fu proprio la rete di associazioni contro le trivellazioni ad essere premiata dal Comune di Mattinata durante il premio ambiente “Faraglioni di Puglia”. Il riconoscimento mattinatese alla Rete è stato considerato, come dichiarato dal coordinatore Vigilante, uno “sprono a continuare l’attività di difesa e tutela del nostro mare contro le trivellazioni petrolifere , l’eolico off-shore e quant’altro possa minacciare l’integrità della fauna della flora e delle bellezze paesaggistiche del territorio”. La Rete ha presentato ricorsi al Tar Lazio contro le multinazionali del petrolio e momentaneamente allontanare il rischio di prospezioni geosismiche in primis al largo delle Isole Tremiti.

Francesco Bisceglia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici