Giornata dell’acqua: «Evitare gli sprechi»

fontana-acqua“L’acqua è l’oro del terzo millennio e abbiamo il dovere e l’obbligo di preservarla dai predoni e dagli inutili sprechi, perché essa, come d’altronde insegna la biologia, rappresenta il nucleo, la fonte e l’elemento di sopravvivenza di qualsiasi forma di vita”. Il Presidente dell’Ente parco, Stefano Pecorella, nella ricorrenza del la Giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, ricorda che dati aggiornati segnalano una situazione allarmante di un problema non più procrastinabile. Un miliardo e cento milioni di persone, più o meno un sesto della popolazione mondiale, non hanno accesso ad acqua sicura e due miliardi e quattrocento milioni, ossia il quaranta per cento della popolazione del pianeta, non dispongono di impianti igienici adeguati.

Ogni giorno, circa seimila bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati. Si stima – aggiunge – che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’ottanta per cento di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.“La tutela dell’acqua passa dalla conservazione dell’ambiente e dal conseguente miglioramento degli standard della qualità della vita – ricorda il Presidente-. Il Parco del Gargano tra le sue straordinarie risorse naturali ha vaste ed importanti distese d’acqua: le lagune di Lesina e Varano, il Lago Salso ed una vasta estensione marina.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici