Dalla Regione Puglia incentivi per la rimozione dell’amianto

soldi«Due milioni di euro di incentivi sono previsti dalla Regione Puglia per la rimozione dell’amianto sulle aree private ». Lo rende noto l’assessore regionale all’Ambiente Lorenzo Nicastro il quale in un comunicato sottolinea che «rendere più semplice il corretto smaltimento dei manufatti in cemento amianto è uno degli obiettivi che ci siamo prefissi con l’adozione del Piano Amianto».

«Combattere lo smaltimento illecito – afferma l’assessore – è il primo irrinunciabile passo per arginare il problema da un lato e per aumentare la consapevolezza e la cultura della legalità rispetto al tema dall’altro. In questa direzione avevamo indirizzato ad ottobre scorso una parte dei fondi rivenienti dall’Ecotassa: chiedevamo ai comuni di presentare istanze che, attraverso una partecipazione pubblica e una corretta informazione ai privati, puntassero alla rimozione del cemento amianto sulle proprietà private attraverso società autorizzate e specializzate». «Gli 870mila euro dei fondi Ecotassa – chiarisce – si sono rilevati insufficienti a soddisfare le richieste che sono giunte dai comuni così abbiamo individuato ulteriori risorse: il risultato è stato che al primo bando hanno risposto 47 comuni di cui 38 con istanze perfettamente in linea con gli obiettivi per un importo finanziato di quasi 1,9 mln di euro. I fondi erogati ai comuni (per un massimo per ciascun comune di 60mila euro) serviranno uniti a risorse degli enti locali per incentivare le rimozioni dei manufatti, anche piccoli, dalle proprietà private disincentivando le rimozioni abusive».

«Sulla scorta del successo di questa iniziativa – conclude Nicastro – abbiamo individuato ulteriori 2 mln di euro, all’interno del Programma regionale per la tutela dell’Ambiente, per permettere anche ad altri comuni di attingere ampliando sempre più lo spettro di azione e cercando un sempre più ampio coinvolgimento degli enti locali e dei privati cittadini. È uno strumento concreto di diffusione di una cultura della legalità e di corretta gestione delle problematiche in un rapporto di collaborazione tra istituzioni, regionale e locali, e cittadini».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici