Gargano calcio, c’è ottimismo

L’ ottimismo è il sale della vita, il Gargano Calcio (matricola assoluta nel campionato di Promozione) pare ne abbia fatto il proprio spot. La società neroverde parte con i suoi ragazzi, quelli del territorio, per la prima uscita ufficiale domenica prossima in Coppa Italia al Massa di San Giovanni contro una squadra, quella di Centra, esperta della categoria e con un organico, almeno sulla carta, decisamente superiore. Ma i ragazzi del presidente Agostino Triggiani e del tecnico Teodoro Vlassis non sembrano affatto sentirsi una vittima sacrificale al primo impegno stagionale.

«Andiamo lì a giocarci la partita – dice subito il tecnico -, e dico pure che cercheremo di vincerla perché noi siamo abituati a giocare a viso aperto con tutte. San Giovanni compreso». Salerno, Carretto, Del Duca, Ranieri e soci non temono affatto gli avversari. «Il potenziale della squadra avversaria è alto – tiene a precisare il capitano Elia Ranieri – ma noi faremo il nostro gioco senza pensare ai loro nomi. In queste prime partite dobbiamo essere bravi a studiare la categoria. Comunque – aggiunge, deciso – dobbiamo costruire il gruppo e crescere continuando ad applicarci nel lavoro settimanale. C’è gente nuova, dobbiamo conoscerci meglio, fermo restando che tutti devono calarsi nella mentalità del Gargano calcio, dove il primo obiettivo è dare soddisfazione ai nostri tifosi. Tutti stiamo andando in questa direzione».

C’è tanta euforia nel comprensorio che si raggruppa sotto un’unica bandiera (Vico, Ischitella, Rodi Garganico, Cagnano e Carpino). Ieri il saluto alla squadra di Michele D’Atri della Gargano Logistica che si affianca al progetto. «Durante questi allenamenti, ho visto la squadra crescere sotto il profilo mentale – ammette il dirigente – sono sicuro che i ragazzi faranno bene fin da subito». Salerno resta in nero verde. «Mi trovo benissimo, ho detto al presidente che vorrei terminare qui la mia carriera da calciatore – asserisce -. Ho giocato con molte squadre, ma il rapporto umano che ho trovato in questa società è veramente diverso e bello».

Antonio Villani per La Gazzetta del Mezzogiorno

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici