Attendendo “Liberamente”

Rodi Garganico si presenta alle amministrative di Maggio 2012 con una novità: un nuovo gruppo  politico che ha anche un suo candidato sindaco e che si propone, innanzitutto, di spingere gli elettori ad unirsi per l’onestà del bene comune.

I suoi sostenitori hanno indicato la candidatura dell’avvocato Alfredo Ricucci, noto alla cittadina non soltanto per l’attività forense, ma per aver avviato un produttivo esempio di rilancio economico del territorio garganico, grazie ai prodotti di questa terra. Infatti, utilizzare arance e olio per creare possibilità e posti di lavoro diversi da quelli della ricettività, è sicuramente uno stimolo per i giovani e un incremento per l’economia rodiana.

L’obiettivo di “Liberamente” è stabilire quale sia il vero bene: quello che i nostri figli beneficeranno senza pagare di loro tasca gli errori passati. L’invito alla cittadinanza da parte dei suoi fautori, non è solo quello della riflessione, ma di unirsi per proposte valide da elaborare insieme, senza perseguire fini personali. La gioventù rodiana, affermano con convinzione, entrerà dalla porta principale nella loro sede per essere una voce attiva di questo paese.

1 Commento

  1. ricordiamoci gli anni ’50, quando dalle scalette del crocifisso vedevamo scendere intere famiglie, le donne con la valigia sopra ‘u torc’l appoggiato sulla testa, che andavano alla stazione a prendere il treno per raggiungere a milano i mariti che l’avevano preceduti per trovare lavoro e benessere.
    e lo trovarono, inseriti nella fredda macchina delle industrie, a lavorare dove mancava l’aria e respiravano solo fumo. e così andando avanti, le nostre belle campagne si andarono spopolando, la marina non vide più caricare agrumi, conserve, olio sui grandi trabaccoli diretti a trieste, la vita senz’altro povera ma inserita nella natura cambiò radicalmente nei mega condomini di sesto san giovanni, in un contesto che atrofizzò il nostro dna di umanità e produsse miseria di diverso tipo, delinquenza e disadattamento.
    bene, allora sentir parlare di valorizzare quelle che (lo erano anche prima) sono le nostre ricchezze, mi fa aprire il cuore alla speranza, ma si deve partire dalla consapevolezza in tutti i rodiani che non si tratta di un miraggio impossibile da realizzare, e che occorre inderogabilmente andare verso una mentalità condivisa di solidarietà tra di noi, avviandoci su un percorso fatto di collaborazione ed aiuti reciproci e abiurando il nostro atavico disfattismo che ci vede subito agguerriti contro chi assume un’iniziativa di novità sul nostro territorio.
    ricordiamoci che, nonostante il nome, non siamo greci divisi tra atene, sparta e tebe, ma siamo in italia dove esistono esempi tangibili di floride realtà economiche conseguite con l’impiego di due componenti essenziali: organizzazione e solidarietà.
    buon lavoro a tutti da liberino

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici