Settore agrumi: operatori croati a Foggia e a Rodi

Farà tappa a Foggia nel pomeriggio di mercoledì 7 marzo e sul Gargano nella mattinata di giovedì 8 marzo pp.vv, la missione di produttori agricoli del settore agrumicolo, accompagnati da funzionari del Ministero dell’Agricoltura della Repubblica di Croazia e della Fao di Roma.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Distretto Tecnologico Agroalimentare Regionale (D.A.Re.), la Camera di Commercio di Foggia, la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia e lo Studio Bre Archimede di Salerno, rientra in un ciclo di incontri e visite tecniche sulla valorizzazione dei prodotti a marchio e della loro industrializzazione, anche con riferimento alla creazione di sinergie locali per la promozione dei prodotti tipici locali a forte identità territoriale.

Il programma della missione in Capitanata prevede il Seminario su Tecnologie emergenti in frutticoltura Valorizzazione e promozione del prodotti a marchio Dop e Igp in provincia di Foggia, che si terrà mercoledì 7 marzo 2012 con inizio alle ore 15 nell’Aula Magna della Facoltà di Agraria (Via Napoli, 25 -Foggia).

Dopo la presentazione e i saluti a cura di Agostino Sevi (Preside Facoltà di Agraria Università degli Studi di Foggia), Matteo di Mauro (Segretario Generale Camera di Commercio di Foggia) e Emmanuel Hidier (Senior Economist Investment Centre Division FAO), seguiranno gli interventi tecnici di: Giancarlo Colelli, Dipartimento PRIME Facoltà di Agraria (“International Programmes on Postharvest Technology at Unifg, Italy”); Pasquale Scapicchio, Direttore Operativo Lachimer (“Le attività della CCIIAA di Foggia per la promozione e la valorizzazione delle produzioni certificate”; Gianluca Nardone, Direttore Generale D.A.RE. (“Il ruolo del Distretto Tecnologico Agroalimentare Regionale nel brokeraggio dell’innovazione”

La giornata di giovedì 8 marzo sarà quindi interamente dedicata a visite a aziende agrumicole del Gargano e ad un incontro con il Presidente del Consorzio Gargano Agrumi, Alfredo Ricucci, organismo responsabile delle due indicazioni geografiche protette (Igp) Arancia del Gargano e Limone Femminello del Gargano, con sede a Rodi Garganico.

1 Commento

  1. okkei, tutto vero e tutto molto interessante. ma non ncemdtiihiamo che la vendita dei prodotti ittici, dalle nostre parti e non solo, non avviene prevalentemente in pescheria, ma nei piccoli mercati rionali sulla storica bancarella con rinfresco a mano quando ci sono 40b0C all’ombra, con insetti volanti, in ammollo, e chi pif9 ne ha pif9 ne metta. sfido i piccoli pescivendoli a munirsi di abbattitore. eppure molta gente si fornisce dal pescatore che vende sul suo banchetto, soprattutto quando il pesce deve essere mangiato crudo, perche8 e8 sinonimo di freschezza e qualite0.non credo che la tradizione e la cultura locale vengano modificate facilmente, nonostante i rischi, anzi direi i pericoli, a cui il consumatore va incontro sebbene consapevolmente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici