Premio Saccia 2012 il Gargano che lavora

Sabato 22 Dicembre a Rodi Garganico, la cerimonia di premiazione dei “Migliori” del 2012 e la consegna di un riconoscimento alla trasmissione REPORT. Come ormai consuetudine l’ultimo sabato prima di Natale torna il “PREMIO ANTONIO SACCIA“, che consente alle comunità del Gargano di ritrovarsi per celebrare quanti con lavoro e dedizione hanno consentito sviluppo e progresso al territorio.

Questo evento, nato nel 2005 su iniziativa de “Il Belvedere” , grazie alla straordinaria partecipazione di tutte la rappresentanze istituzionali del Gargano, coinvolte nelle “nomination” dei premiati , si è dato modo di accrescere l’importanza del Premio e il valore simbolico che si vuole attribuire.

In tutte le edizioni, le stesse amministrazioni comunali, sono state invitate anche a segnalare le associazioni di volontariato più meritevoli e a loro, il Gruppo Saccia “Alberghi e Villaggi” ha devoluto un contributo economico e nello stesso tempo ha consentito a tanti sodalizi (quest’anno 14) di riscuotere il ringraziamento di tutta la comunità garganica. I premiati, da questa edizione saranno cinque tra professionisti e imprenditori, un premio sarà attribuito alla “memoria” e un premio speciale ad un artista o sportivo.

Sarà il “coraggio” il tema dominante del Premio 2012 e per questo nel corso della manifestazione verrà assegnato un riconoscimento alla trasmissione “REPORT” di Rai tre, programma che con le sue inchieste ha prodotto una forte reazione e presa di coscienza dell’opinione pubblica , sulle note vicende di mala gestione della cosa pubblica, sull’ingerenza nella vita pubblica dei poteri forti, ai privilegi delle “Caste”. Sarà Bernardo Iovene, il giornalista del pool della Galbanelli, a presenziare alla cerimonia.

E’ proprio il “coraggio”, riferisce Michele di Fine organizzatore del Premio, ciò che serve a chi lavora o vuole lavorare nel nostro territorio, in un momento così difficile per l’economia, per l’incertezza nel futuro, per le molteplici problematiche legate alla burocrazia e alla sicurezza. Voglio augurarmi che anche questa edizione sia buona occasione per testimoniare gratitudine a chi ha avuto “coraggio di lottare” per il territorio e che esorti nelle giovani generazioni la consapevolezza che si può ancora “migliorare” il nostro Gargano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici