Soppressione del Tribunale di Lucera, la posizione dei lavoratori

Soppressione del Tribunale di Lucera e delle sedi distaccate di Rodi Garganico ed Apricena, nonché della Procura della Repubblica di Lucera

Addì, 02 agosto 2012, all’esito di una partecipata e dibattuta assemblea

alla quale sono intervenuti il Presidente dell’Ordine Forense, avv. Giuseppe Agnusdei, i rappresentanti del Comitato per la difesa della legalità in Capitanata, le OO.SS. della CGIL (rappresentata da Lino D’Ermes), CISL (rappresentata da Pasquale Bevere), UIL (rappresentata da Antonio Ciardulli), R.S.U. (rappresentata da Enrico Palumbo, Teresa Liturri e Salvatore Casasanta) nonché dalla R.L.S. (rappresentata da Filly Franchino)

Il personale amministrativo – lavoratori –

in servizio presso il Tribunale di Lucera, Rodi Garganico ed Apricena e presso la Procura della Repubblica di Lucera, unitamente alle OO.SS e alle Rappresentanze Sindacali Unitarie, previa relazione dell’Avv. Giuseppe Agnusdei in ordine alla paventata soppressione dei Tribunali in oggetto indicati

prendono atto

dell’intervenuto schema del decreto legislativo, recante la nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del pubblico ministero, con il quale viene mantenuto il Tribunale di Lucera ed al quale andranno accorpate la sezione distaccate di San Severo e i comuni di Vieste ed Orsara di Puglia. E’ di ieri, infatti, la notizia che anche la Camera dei Deputati mediante la sua Commissione Giustizia (a seguito del parere favorevole espresso anche dal Senato che aveva accorpato anche la sezione distaccata di Manfredonia), abbia espresso parere favorevole alla salvezza del Tribunale di Lucera escludendolo, in tal modo, dalla lista dei Tribunali da sopprimere.

La chiusura del Tribunale di Lucera causerebbe notevoli disagi al personale in servizio presso questa sede giudiziaria in quanto, nel citato schema, manca ogni tipo di garanzia per i lavoratori accorpati ad altra sede giudiziaria, per i quali non è prevista la possibilità di optare per un’altra Amministrazione né la possibilità di percepire l’indennità di trasferimento o del diritto di avere un punteggio migliore prescritto per le assegnazioni d’ufficio non trattandosi di “assegnazione” ad altro ufficio né di “trasferimento d’ufficio”, ma semplicemente di un termine ibrido e cioè “accorpamento”. Anche se sembrerebbe scongiurato il pericolo della soppressione per il Tribunale di Lucera, resta comunque sussistente la paventata chiusura delle sezioni distaccate di Rodi Garganico e di Apricena.

Per questi motivi, il personale amministrativo, a mezzo dei suoi delegati (Filly Franchino e Annamaria Sansarella), ha partecipato attivamente alle iniziative di mobilitazione e di protesta messe in atto dal Comitato per la difesa della Legalità in Capitanata, presieduto dall’Avv. Raffaele Preziuso, che ha particolarmente recepito e sostenuto le nostre motivazioni partecipando alla manifestazione, a Roma, indetta dall’ANCI, ed al quale va la nostra riconoscenza.

Nell’attesa della redazione del documento finale, i lavoratori confermano la propria gratitudine ed il proprio appoggio incondizionato e deciso al Presidente dell’Ordine Forense di Lucera, Avv. Giuseppe Agnusdei, il quale, con impegno e solerzia, non ha mai tralasciato di partecipare ad incontri e riunioni con gli organi deputati a detta decisione.

Si esprime pure riconoscenza al Sindaco di Lucera, dr. Pasquale Dotoli, al vice Sindaco, sen. Costantino Dell’Osso, all’Assessore ai Lavori Pubblici, Avv. Mario Follieri, e all’intero Consiglio Comunale che ha provveduto ad adottare l’atto deliberativo contro la soppressione del Tribunale. Si ringrazia il Presidente del Tribunale di Lucera, dr. Giuseppe Pellegrino, nonché il Procuratore della Repubblica dr. Domenico Seccia il quale, attraverso la sua relazione, ha fatto conoscere il notevole impatto (eccezionale) sul territorio di Lucera della mafia garganica, avvalorando, in tal modo, la necessità di mantenere la struttura giudiziaria di Lucera. Un affettuoso segno di gratitudine viene, altresì, espresso dal personale di cancelleria nei confronti di S.E. il Vescovo della Diocesi di Lucera-Troia, mons. Domenico Cornacchia, che ha sempre manifestato la sua vicinanza ed il suo sostegno all’intera città di Lucera.

L’assemblea si aggiorna alla prossima riunione del 13 settembre 2012.

Verbale chiuso alle ore 13.00

F.to

CGIL (Lino D’Ermes) – CISL (Pasquale Bevere) – UIL (ag. Antonio Ciardulli) – RSU (Enrico Palumbo, Teresa Liturri e Salvatore Casasanta) – RSL (Filly Franchino)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici