L’odissea del digitale terrestre in Capitanata e sul Gargano

Più Rai che Mediaset. Lo switch off in Puglia s’è persa la tv pubblica. Ma è un po’ tutta la regione una grande macchia di leopardo: a tre mesi dall’ avvento del digita­le, i problemi di ricezione persistono ancora in provincia di Foggia, Capitanata e Subap­pennino soprattutto. Ma anche nel Barese e nella Sesta Provincia le cose non vanno meglio. Come in qualche paese del Sa­lento. Rai e Mediaset, il duopolio che ha trasformato la tv, hanno mostrato «criticità sen­za rimedio». A riferirlo è il Core­com, il comitato regionale del­le comunicazioni, dove con­fluiscono le segnalazioni rac­colte dalle associazioni dei consumatori. Canali faticosa­mente trovati che spariscono all’improvviso, segnali che si perdono, interferenze fre­quenti e ripetuti disturbi: met­tersi in poltrona per seguire un programma sta diventando spesso snervante. La numera­zione attribuita dal Ministero sul telecomando; ad esempio, non corrisponde. La 7 si vede molto poco ovunque, la Rai si vede a tratti, Mediaset non si trova più, le emittenti locali hanno perso tante posizioni. Al Corecom hanno predisposto una mappa che se­gnala le zone critiche. Nel Foggiano, diventa sem­pre più difficile vedere Rai e Me­diaset a Rodi Garganico e Man­fredonia. A Monte S. Angelo e San Giovanni Rotondo, si vede la Rai ma non Mediaset. Non come a Cagnano Varano dove a fine luglio è sparito il segnale digitale. A Peschici, San Marco in Lamis e Carpino, Rai e Media­set si vedono solo in alcune ore del giorno. Così a Ortanova e Cerignola; Ascoli Satriano, Fae­to e Pietra Montecorvino.

Il comitato presieduto da Felice Blasi e di­retto da Domenico Giotta ha già convocato Rai, Mediaset e La 7 per rivedere il puntamento degli impianti nelle zone ad al­ta criticità, con la collaborazio­ne dell’Ispettorato Territoriale delle Comunicazioni. Secondo tecnici e antennisti – fanno sa­pere dal Corecom – i problemi continueranno ancora per un bel po’. Il consiglio è sempre quello di tentare una nuova sin­tonizzazione delle frequenze, nella speranza di ritrovare i ca­nali persi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici