La Capitanata piange il ‘Suo’ Lucio Dalla

Un infarto ha stroncato Lucio Dalla in Svizzera dove era impegnato per una tournè. Dalla, grande amico della Capitanata e del Gargano in particolar modo, era stato a Foggia e in alcuni centri della provincia ad inizio mese per prendere parte al progetto di Marcello Corvino ‘Il bene mio’, uno spettacolo musicale sulla vita di Matteo Salvatore, e dove il cantautore felsineo era il grande protagonista.

La notizia della morte di Lucio Dalla ha lasciato sgomento i tanti suoi amici tra Foggia, Manfredonia, le Isole Tremiti, la sua dimora preferita. Famose le sue battaglie ambientali contro le trivelle. Alle Isole Tremiti Lucio Dalla aveva acquistato una casa dove sono nati alcuni dei suoi testi più belli, come ad esempio «Com’è profondo il mare».

E nella sua isola adottiva il 30 giugno scorso organizzò un concerto in difesa del mare e contro le ricerche di petrolio nei fondali dell’Adriatico. Nell’annunciare la sua iniziativa Dalla disse: «Farò il concerto come segno di amore verso questa terra».

Il commissario straordinario delle Isole Tremiti, Carmela Palumbo, ha diffuso un messaggio di cordoglio per la morte di Lucio Dalla, cittadino onorario dell’arcipelago dove risiedeva per lunghi periodi all’anno.

Nella nota interpreta “l’unanime dolore della comunità tremitese” per l’artista, “che ha sempre dimostrato profondo attaccamento alle isole Tremiti ed alla sua popolazione” ed esprime “particolare gratitudine al maestro per essere stato cantore degli autentici sentimenti degli isolani”.

1 Commento

  1. sono felice che qluacuno mi guarda dall’altra parte del mare con attenzione. Grazie Bacalis Stratos di questo tuo Sguardo .LR

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici