Incendi, in Puglia duemila ettari finiti in cenere dall’inizio dell’anno

La Capitanata è la provincia a più alta do­tazione di boschi in Pu­glia (oltre il 70%), inevi­tabile dunque che abbia anche più superficie at­taccabile dalle fiamme. Dal primo gennaio al 31 agosto sono stati bru­ciati 2059 ettari quasi tutti di bosco (1513) e la gran parte sul Gargano. Il promontorio colpito dal più devastante in­cendio che la storia di questa provincia ricordi, il 24 luglio 2007, continua a essere nel mirino degli incendiari che quest’anno l’hanno at­taccato più volte e in va­ri punti come denuncia l’Arif che segnala di aver compiuto 46 inter­venti antincendio nel mese di agosto e 64 a luglio, mese nel quale gli incendi sarebbero raddoppiati rispetto al 39 roghi registrati nello stesso periodo di un an­no fa (furono 37 in ago­sto). Per spegnere gli in­cendi nel periodo luglio-agosto è stato, inol­tre, richiesto l’ausilio degli aerei (Fire boss e Canadair) in 65 occasio­ni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici