A San Giovanni Rotondo riciclare fa rima con guadagnare

“Buoni spesa in cambio di rifiuti ”, o se si preferisce,”Più ricicli, più guadagni”: questa l’idea alla base di Ricicla e vinci al Centro di Raccolta, la campagna promossa dal Comune di San Giovanni Rotondo.

Il progetto si svolgerà nei mesi di maggio e giugno e si basa su un’idea originale quanto semplice: tutti i cittadini di San Giovanni Rotondo che conferiranno rifiuti di vario genere presso il centro di raccolta comunale Pontone Longo, riceveranno un’apposita scheda-punti dove applicare timbri relativi a quantità e tipologia del rifiuto. Ogni punto corrisponde a 1 euro e la somma dei punti, cioè degli euro accumulati, si convertirà in buoni spesa spendibili presso i supermercati della città che hanno aderito all’iniziativa (Conad, Eurospar, Sisa, Di Meglio E Punto Si). I rifiuti ammessi alla raccolta sono vetro, carta, plastica, lattine, alluminio.

L’iniziativa, presentata pochi giorni fa, è il risultato della collaborazione tra il Comune e la Lombardi Ecologia e ha come partner lo sportello Energia-Ambiente della Confcommercio di San Giovanni Rotondo. Non è la prima del genere, un’analoga raccolta punti si fa già da circa un anno a Locorotondo.

E incontra il favore dei cittadini, se non altro perché dà un riscontro immediato dell’impegno a separare i rifiuti e andare a conferirli. Ma diciamo più in generale che i comuni pugliesi stanno investendo molto in campagne di sensibilizzazione e realizzazione di appositi centri di raccolta; l’ultimo in ordine di tempo è quello di Rutigliano, leggi A Rutigliano un sofisticato centro di raccolta. Insomma, i comuni pugliesi sentono sempre più l’appeal dell’essere “ricicloni”.

«Un’ iniziativa intelligente, di un espediente per far comprendere a tutti che il rifiuto ha un valore economico tangibile e che va trattato non come rifiuto ma come risorsa»- afferma il Dirigente del Settore Ambiente del Comune di San Giovanni Rotondo Ing. Benedetto Di Lullo. Sulla stessa lunghezza d’onda il Direttore Tecnico della Lombardi Ecologia Ing. Vincenzo Gadaleta, – che precisa: «In questo modo possiamo consolidare il concetto di rifiuto come “materia prima seconda”, in grado di avere ancora un valore economico ed ecologico». «L’obiettivo è consentire alle attività commerciali della città di cogliere un’opportunità di promozione e allo stesso tempo di partecipare al miglioramento dei servizi cittadini», sostiene il Prof. Francesco Di Cosmo, Responsabile Sportello Energia Ambiente- Confcommercio- San Giovanni Rotondo. Chissà che San Pio non faccia il miracolo di far diventare il paese che lo ha accolto il comune più virtuoso d’Italia.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici