Un viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Gargano

Partenza da San Severo, toccare San Nicandro e Cagnano Varano e poi dritti su fino ad arrivare al Carpino Folk Festival dove lo sguardo spazia sul Lago di Varano e sulla lingua di terra che spacca l’azzurro in due, dividendo lo specchio lacustre da quello marino. Stessa cosa da Calenella lungo il blu della costa per tuffarsi a San Menaio e a Rodi garganico, toccare da lontano Ischitella e quindi immergersi nei ritmi delle tarantelle garganiche accompagnati dai suoni del tamburello, delle castagnole e delle chitarre battenti.

Si chiama “CANTAR VIAGGIANDO – Un viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Gargano” il nuovo progetto del Carpino Folk Festival in collaborazione con l’Assessorato alla Mobilità della Regione Puglia e le Ferrovie del Gargano per riscoprire tesori artistici e paesaggistici, storie e leggende custodite dalla memoria.

L’idea è quella di stimolare l’utilizzo del servizio treno/bus navetta delle Ferrovie del Gargano per permettere al pubblico di spostarsi comodamente evitando la propria autovettura per raggiungere il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni.

Il viaggio nei prossimi giorni e fino al 9 agosto sarà impreziosito dalla presenza a bordo di microeventi tematici che renderanno piacevole e originale il tragitto, cantando e raccontando e godendo appieno i paesaggi che si attraversano nel tramonto di un estate pugliese.

Nei giorni dal 4 al 6 agosto saranno ‘La Luna aggira il mondo e voi dormite!’ di Nicola Briuolo & Angelo Cavallo e ‘Le tarantelle del Gargano’ del progetto Cala la Sera ad accompagnarvi lungo la montagna del Sole, nelle corse in partenza da San Severo alle ore 19,50 e da Calenella alle ore 19,57.

Il tutto al solo costo di 1 €uro solo quando il progetto “CANTAR VIAGGIANDO” si incontra col progetto ‘Treno-Tram’ delle Ferrovie del Gargano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici