I campionati italiani di orientamento per la prima volta nella Foresta umbra

Con la mappa topografica in mano, tra i sentieri della Foresta Umbra. E oltre mille atleti pronti a sfidarsi per il titolo italiano di orienteering. La Fiso (Federazione italiano sport orientamento) ha scelto i boschi tra Vico del Gargano e Monte Sant’Angelo quale sede ospitante del campionato nazionale del 2012, che si terrà tra l’1 e il 4 settembre.

È la prima volta che questo accadrà in Puglia, dove invece già da quasi dieci anni che si organizzano gare del circuito internazionale con tanto di assegnazione di punti utili per la classifica generale. «È una cosa di grande prestigio per la Puglia – afferma Luigi Laricchia, presidente regionale della Fiso – soprattutto perché consentirà di far conoscere uno sport a basso impatto ambientale, caratterizzato da rispetto per la natura, forza fisica e anche intelligenza. Infatti un atleta deve contemporaneamente correre, studiare la mappa e capire quale percorso è opportuno fare». Nelle gare di orienteering ci si munisce di bussola e cartina topografica dettagliata del luogo. Su questa sono indicati i punti da raggiungere, segnalati da dei prismi (lanterne) di colore arancione e bianco. Ogni punto raggiunto viene segnalato sul cartellino di gara del concorrente con una punzonatura specifica per ogni lanterna.

Il tutto deve avvenire in maniera corretta e nel minor tempo possibile. In Puglia questa disciplina è in crescita, forte di 600 tesserati e di 15 società sportive, rappresentative in maniera abbastanza omogenea di tutto il territorio, tra cui la più quotata è l’Orienteering academy Puglia di Valenzano. «Negli ultimi anni gli appassionati sono in aumento – dice ancora Laricchia – e per esserne certi basta pensare che nel 2010 si sono disputate 3 gare con una trentina di atleti l’una, mentre nel 2011 ce ne saranno complessivamente 11, ognuna con circa 150 partecipanti». Intanto domenica, al laghetto Cutino d’Umbra, nello stesso scenario che farà da sfondo al campionato italiano del 2012, ci sarà la quarta tappa della competizione regionale. Si sfideranno in 150, muniti di mappa e bussola.

Pasquale Caputi

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici