«Il mare e le stelle» contro le trivelle Lucio Dalla presenta il concertone

Conto alla rovescia per il concertone delle isole Tremiti in programma il 30 giugno. Il festival «Il mare e le stelle» giunge alla VI edizione con un direttore artistico d’eccezione, il cantante Lucio Dalla, che questa mattina alle 11.30 ha incontrato la stampa nella sala Giunta della Regione Puglia.

All’appuntamento non è mancato neanche il governatore Nichi Vendola, che ha lasciato momentaneamente il consiglio regionale per dire la sua e confermare il suo interesse verso il festival, ma soprattutto sulla questione che da tempo angoscia tremitesi e pugliesi: le trivellazioni! «Ci tenevo ad essere qui non solo per ringraziare Dalla per l’affetto che dimostra alla Puglia, ma perché questa iniziativa quest’anno è particolarmente significativa per difendere il territorio delle Tremiti, un bene a rischio per la ricerca del petrolio», ha detto Vendola. Silvia Godelli, assessore al Mediterraneo, Cultura, Turismo della Regione, invece, ha ricordato che la Puglia ha fatto ricorso insieme al Molise al Consiglio di Stato contro le trivellazioni approvate dal Governo nazionale. Sul palco di piazza «Pertini» a San Domino si alterneranno Renato Zero, Irene Fargo, Gigi D´Alessio, Marco Alemanno e ovviamente Lucio Dalla. Artisti che hanno sposato la causa e si sono offerti di esibirsi gratis: «senza prendere mezza lira», per usare un’espressione di Dalla. Mentre il contributo della Regione e degli sponsor (La Molisana) servirà a sostenere le spese di pernottamento dei musicisti, il fitto del palco e dei service audio e luci.

Un sinergia di forze, compresa quelle dei cittadini volontari dell’arcipelago pugliese, che sta lavorando per un evento che lasci il segno, non solo dal punto di vista artistico, ma anche politico. «Vorrei che i politici tutelassero questo territorio e si ravvedessero sull’autorizzazione data per la trivellazione. Il petrolio presente nel sottosuolo è di scarsissima qualità e non vale il rischio di danneggiare questo patrimonio. La difesa delle Tremiti è la vera ragione della sesta edizione del festival», ha concluso il cantautore bolognese, da 15 ormai cittadino adottivo delle isole.

Michela Ventrella

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici