Sequestrati mitili sottomisura e mancanti del bollo sanitario

In una operazione congiunta di polizia marittima, coordinata dalla Sala Operativa della Capitaneria di Vieste, per la vigilanza ed il controllo sulla filiera della pesca nell’ambito del Circondario Marittimo, al fine di verificare il rispetto della taglia minima e la corretta commercializzazione dei prodotti ittici, il personale militare dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste e degli Uffici Locali di Lesina e Rodi Garganico ha provveduto al sequestro, presso un centro di spedizione in località Lesina, di Kg 240 di Vongole (Venus Gallinae) sottomisura e Kg. 280 di cozze nere (Mitilus) e Kg. 50 di Cannolicchi (Solen marginatus) senza il previsto bollo sanitario e pertanto di dubbia provenienza. Le cozze nere ed i cannolicchi venivano messi a disposizione del veterinario per la successiva distruzione, mentre per quanto riguarda le vongole, informato il magistrato di turno, effettuate le verifiche veterinarie del caso ed accertato che il prodotto risultava vivo e vitale sia pur sottomisura, erano dichiarate idonee al consumo umano e si procedeva congiuntamente alla donazione di Kg. 100 ad un Istituto di beneficenza locale, mentre la rimanente parte del prodotto, per Kg. 140 circa, veniva rigettato in mare per il ripopolamento della fauna.

I responsabili dell’illecito commercio sono stati denunciati all’autorita’ giudiziaria e dovranno rispondere delle violazioni di legge per il prodotto sottomisura e per la mancanza di regolare bollo sanitario.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici