Gargano, fondi per l’economia rurale

Un tesoretto di 14,5 milioni di euro (di cui 7,5 di spesa pubblica) da utilizzare per favorire lo sviluppo economico rurale del Gargano. L’opportunità è concessa dal Gal Gargano che mette a disposizione tali risorse per gli imprenditori locali per interventi nei Comuni di Carpino, Cagnano Varano, Ischitella, Vico del Gargano, Rodi Garganico, Peschici, Vieste, Mattinata, Monte S. Angelo, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Rignano Garganico, San Nicandro Garganico e Isole Tremiti. Al momento sono ben sei i bandi a disposizione degli imprenditori che potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento. L’obiettivo è creare opportunità di sviluppo, incentivazione dell’occupazione e riqualificazione in modo da avere aziende agricole multifunzionali, per garantire reddito ed evitare l’abbandono delle campagne.

I BANDI – Il primo bando scade il 30 giugno 2011 e la sua finalità è promuovere e incentivare interventi di diversificazione delle attività esercitate nelle imprese agricole, per favorire la creazione di nuove fonti di reddito e occupazione. Tale bando è suddiviso nelle azioni 1 e 4. La prima riguarda gli investimenti per la fornitura di ospitalità agrituristica mentre l’altra è rivolta agli investimenti per la produzione e commercializzazione di prodotti artigianali. Il secondo bando scade invece il 1° agosto 2011 e si compone delle azioni 2 e 3. La finalità di questo bando è favorire la creazione di nuove fonti di reddito e occupazione, valorizzando il ruolo multifunzionale delle aziende, per contrastare la diminuzione di competitività del settore agricolo. Nello specifico, l’azione 2 mira ad investimenti funzionali alla fornitura di servizi educativi e didattici alla popolazione, con particolare riferimento a quella scolare e studentesca. L’azione 3 è volta agli investimenti funzionali alla fornitura di servizi socio-sanitari a vantaggio delle fasce deboli della popolazione. L’agricoltura si sposa inoltre molto bene con l’aspetto turistico, garantendo un’offerta di qualità e salubrità. Ciò costituisce l’obiettivo del terzo bando (anche questo con scadenza il 1° agosto 2011) che si propone di migliorare l’attrattività, la qualità e quantità dei servizi turistici rurali. Tale bando si compone delle azioni 4 e 5. La prima consente la commercializzazione e promozione dell’offerta di turismo rurale. Dal canto suo, l’azione 5 permette la riqualificazione e l’adeguamento di immobili, per la creazione di attività ricettive di piccole dimensioni non classificate come strutture alberghiere e organizzate in forme innovative di ospitalità. E’ possibile scaricare tutti i bandi ed i relativi allegati sul sito web www.galgargano.it nella sezione bandi e concorsi.

Francesco Serrone

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici