I giovani rodiani vicini al loro Santo

Anche quest’anno grande movimento in occasione della festa di San Giovanni Bosco a Rodi Garganico nella Chiesa Madre di San Nicola di Mira. Il parroco don Michele Pio Cardone molto vicino ai giovani rodiani presenta con loro il programma della festa:

30 gennaio

ore 17 – Incontro dei giovani di Rodi Garganico nella parrocchia San Nicola di Mira col parroco don Michele Pio Cardone

ore 17.30 – Celebrazione eucaristica

ore 18.15 – Solenne processione di San Giovanni Bosco per le vie della città

31 gennaio

ore 18 – Celebrazione eucaristica presieduta dal parroco della chiesa madre San Nicola di Mira don Michele Pio Cardone

ore 19 – Concerto di musica sacra in chiesa madre eseguito da “Savatage Band” (Vieste) diretto dal M.tro Andrea Vescera

ore 20 – Festa coi giovani

LA SCHEDA – “San Giovanni Bosco” = Di povera famiglia contadina che cercava di migliorare le proprie condizioni di vita, deve lavorare sodo fin da ragazzo, nonostante si mostrasse portato per gli studi. La sua vivacità gli consentiva intanto di emergere tra i compagni, che divertiva con giochi di prestigio, invitandoli poi a seguirlo nel frequentare la Chiesa. Superate non poche difficoltà, riesce a entrare in Seminario e il 15 giugno 1841 viene ordinato sacerdote, a 26 anni. Avviato al ministero con l’incarico dell’istruzione catechistica a ragazzi di ceti popolari, può maturare la prima intuizione di ciò che sarà la sua opera degli Oratori.

Il 1854 si fa affiancare da collaboratori, dando di fatto origine all’Istituto Salesiano (così denominato in onore di San Francesco di Sales). Qualche anno più tardi, il 1872, darà origine alla “Congregazione delle Figlie di Maria Ausiliatrice” insieme a Maria Domenica Mazzarello, oggi santa. La vita e l’opera di San Giovanni Bosco, il suo amore per i giovani e l’eroicità con la quale ha saputo sempre reagire a situazioni estremamente difficili e opposizioni di ogni genere, sono aspetti noti da sempre. Il suo “metodo preventivo” nell’educazione della gioventù è il sistema oggi universalmente riconosciuto come il più valido. Ma adottarlo e proporlo ai suoi tempi non era cosa così scontata.

È anche pagina scritta nella vita di Don Bosco la sua straordinaria devozione alla Vergine Maria, “Aiuto dei Cristiani”, l’Ausiliatrice. Don Bosco muore il 31 gennaio 1888, mormorando una preghiera a “Maria Ausiliatrice”: “Facciamo del bene a tutti e del male a nessuno […]. Oh, Maria, Madre mia, apritemi le porte del Paradiso!” Papa Pio XI lo iscrive nell’Albo dei Santi il 1° aprile 1934, proponendolo a tutta la Chiesa come “maestro e guida dei giovani”.

Tina Guerra

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici