Rodi esulta e Mattinata si morde la coda

Rodi Garganico: panoramicaEstate ormai alle porte, anche se il tempo fa ancora le bizze, ed è già tempo di responsi per i centri balneari della costa del Gargano, di pagelle per la classifica top ten di spiagge e mari più puliti. Per chi vive di turismo e fa delle medaglie da appuntare sul petto una questione vitale per “vendere al meglio il prodotto Gargano” sul complesso mercato del turismo mondiale, i voti assegnati da un organismo internazionale sono da tenere in debita considerazione.

C’è anche chi la pensa diversamente, batte altre strade, pensa di saper vendere al meglio il prodotto Gargano con altri mezzi, che non siano i voti e le bandiere assegnate da una qualsivoglia organizzazione ambientalista. Questione di punti di vista che albergano in questo Promontorio che si accinge ad affrontare una stagione turistica importante allo scopo di risalire la china dopo i famigerati incendi dell’estate 2007.

Sono in arrivo le valutazioni di un severo maestro come la “Fee”, acronimo che sta per “Fondation for Enviromental Education”, organismo di fama internazionale in tema di campagne per l’ambiente, e freme l’attesa. Seppure la divulgazione delle città premiate sia prevista per il prossimo 6 maggio a Roma, fioccano comunque le indiscrezioni sulle bandiere blu.

Per la Montagna del Sole si profilano una conferma e una bocciatura, oppure un semplice arrivederci. Pertanto, sorride per il secondo anno consecutivo “solo” Rodi Garganico che ha ottenuto l’ambito riconoscimento della Bandiera Blu anche per il 2009. “Piange” invece Mattinata, la “farfalla Bianca” – appellativo con cui sovente viene chiamato il paese per via della sagoma del suo centro abitato (soprattutto agli inizi degli anni Settanta) – che non riesce a bissare il successo del 2008.

E’ Rodi dunque a salvare “l’onore” del Gargano. Il sindaco Carmine D’Anelli ha già ricevuto la notizia che lo porterà a Roma tra il 6 e l’11 maggio per la consegna della bandiera. Istituita nel 1987, l’anno europeo per 1’ambiente, la campagna della Fee assegna l’attestato al mare e alle spiagge dopo un’attenta analisi incrociata per qualità di acque, costa, servizi, misure di sicurezza e educazione ambientale presente nel paese e tra i turisti.

“E’ il coronamento dei nostri sforzi” è la lapidaria e orgogliosa dichiarazione di D’Anelli, sindaco al secondo mandato, che alle pagelle della FEE ci crede, eccome se ci crede, e rivendica con forza il suo merito. Per Iannotta, sindaco di Mattinata, il commento è un’alzata di spalle: “Ci rifaremo”. La notizia di Rodi troverà conferma ufficiale nella conferenza stampa che avrà luogo il prossimo 6 maggio a Roma, nelle sale del Ministero di Infrastrutture e Trasporti.

Francesco Trotta

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici