Tutta d’oro la tomba di San Pio

Un’ampia sala ricavata nella nuova chiesa di San Giovanni Rotondo, realizzata tutta in oro massiccio: è questo il luogo destinato ad accogliere la salma di San Pio. Una cripta sfavillante e gloriosa, realizzata con tutto l’oro massiccio regalato dai fedeli del mondo negli ultimi 20 anni. È stata inaugurata da papa Benedetto XVI nel corso della sua recentissima visita. Oltre allo sfavillìo dell’oro, la cripta è adorna dei preziosi mosaici realizzati da padre Marko Rupnik, uno dei più grandi esperti di arte sacra, autore tra l’altro delle stanze di preghiera di papa Wojtyla, in Vaticano.

La sfavillante cripta è stata dunque ultimata ed è pronta ad accogliere la salma di padre Pio. Una volta trasferita, i fedeli potranno sfilare davanti al sarcofago e toccarlo. Sulla rampa d’accesso s’aprono 36 nicchie che rappresentano alla sinistra la vita di san Francesco e a destra quella di san Pio. Al termine del percorso della rampa, il pellegrino arriva alla soglia della chiesa inferiore accolto dalle immagini che testimoniano la vita di Cristo. Sono 16, scelte come fondamento della vita di Francesco e di Pio.

Ma la polemica già divampa. A molti fedeli tale sfarzo non va giù. «Non s’addice a un francescano», commentano. Su alcuni siti cattolici (ad esempio www.cattoliciromani.com) sono diversi i fedeli che lamentano il «tradimento» dei valori che ispirano la vita del frate di Pietrelcina. «Tutto questo lo trovo lontano anni luce dalla spiritualità francescana e dal modo di vivere ed essere di Padre Pio», scrive un fedele.

«Credo che questa luce sia un bell’esempio di arte e passerà alla storia ma sicuramente san Francesco e san Pio non avrebbero mai voluto, anche perché la loro vita è stata ben lontana (anni luce) da questi mosaici», si legge ancora sul forum on line che impazza nelle ultime ore. Tra i commenti, anche le diatribe tra sostenitori di san Francesco e quelli di san Pio: «Senza nulla togliere a Padre Pio, non comprendo perché il posto di san Francesco debba essere stato occupato da Padre Pio. Ricordiamoci che è san Francesco che veniva chiamato “Altro Cristo” e Padre Pio “Altro Francesco”… ». Quanto alla cripta tutta d’oro, qualcuno obietta: «Sono un grande appassionato di arte sacra, ma a volte penso che tutto questo oro potrebbe essere utilizzato per sfamare i poveri in Africa o per l’ istruzione dei popoli. Sono pochi i fondi che raggiungono l’Africa e i Missionari necessitano di tutto, in fondo Dio vuole Preghiere e non oro, san Francesco voleva chiese decorose ma non ricche. Ora temo che questa cripta diventi meta di turisti attratti dalla bellezza artistica della chiesa e non per amore di Dio, un po’ quello che succede in Vaticano e nelle chiese di Roma… tanti scatti fotografici ma poche preghiere…».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici