San Pio, dal 24 settembre il corpo sarà coperto

Con 6 milioni di pellegrini la Chiesa di San Pio a San Giovanni Rotondo vanta lo stesso numero di pellegrinaggi annuali di Gerusalemme. A fornire questi dati il World Tourism Organization secondo il quale il turismo religioso non conosce crisi. La città del frate con le stimmate lo sa bene visti i tanti fedeli che affollano ogni giorno la chiesa di “Santa Maria delle Grazie”, la cui cripta accoglie, dal 24 aprile 2008, il corpo esumato di San Pio. Il termine dell’ostensione però si avvicina, è stato fissato al prossimo 23 settembre. Dal giorno successivo i fedeli potranno sempre pregare davanti al corpo del santo, ma senza più vederlo.’Il corpo di San Pio resterà lì dov’ è, ma dal 24 settembre la teca di cristallo verrà chiusa da pannelli costruiti appositamente, ha dichiarato a radio Nova frate Antonio Belpiede, portavoce dei Frati Cappuccini. San Pio resterà comunque esposto come era prima, sarà possibile venerare la salma, ma senza l’esposizione visiva , concessa soltanto per un tempo limitato’. Come da tradizione cristiana, e come accaduto per tanti altri santi, il corpo di San Pio sarà trasferito nella cripta della nuova chiesa, ma i tempi non si conoscono. Innanzi tutto si aspetta l’arrivo di Michele Castoro, il nuovo arcivescovo di Manfredonia-Vieste -San Giovanni Rotondo, che prenderà possesso della diocesi a metà settembre. ‘Gli organi canonicamente responsabili per la decisione dei tempi di trasferimento sono l’arcivescovo Castoro e la Santa Sede, attraverso il dicastero della Congregazione dei Santi. A tutt’oggi non c’è decisione sulla data che sarà decisa di concerto dai tre organi nei prossimi mesi’.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici