Incontro a Foggia sulla discarica a Vieste

Elaborare soluzioni che vedano muoversi in parallelo la pianificazione delle azioni tese al superamento della fase emergenziale vissuta dall’ATOFG/1 e quella degli interventi inerenti la programmazione ordinaria del ciclo dei rifiuti. Si muove lungo queste linee guida la proposta avanzata dall’assessore all’Ambiente della Provincia di Foggia, Stefano Pecorella, nel corso della riunione tenutasi ieri tra l’Amministrazione di Palazzo Dogana, i sindaci dei Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale Ottimale ATO FG/1 e la Regione Puglia (rappresentata dal dirigente del settore Ecologia Antonello Antonicelli). L’incontro è stato il primo momento di confronto operativo dopo il conferimento alla Provincia del coordinamento dell’attività degli ATO di Capitanata avvenuto nelle scorse settimane. Il vertice si è incentrato soprattutto sulle condizioni della discarica di Vieste ormai prossima all’esaurimento. Una situazione per la quale secondo l’assessore provinciale occorrono interventi strutturali “collocati all’interno di una pianificazione strategica che permetta di superare l’emergenza ponendo le condizioni perché la gestione ordinaria sviluppi percorsi in grado di prevenire difficoltà e nuovi problemi”. Su questo terreno l’idea esposta dall’assessore Pecorella per la discarica di Vieste, e condivisa tanto dalla Regione quanto dai sindaci dei Comuni dell’ATO FG/1, è stata quella di realizzare mini-impianti di compostaggio (il cui finanziamento arriverà dalla Regione Puglia) e di incrementare la raccolta differenziata attraverso il trasferimento da parte della Provincia di risorse economiche destinate a progetti preliminari alla redazione del Piano d’Ambito. Le sedi della nuova impiantistica, ovviamente, dovranno essere individuate sulla base di una condivisione da parte degli ATO e dell’Amministrazione provinciale. Questo nella consapevolezza che in assenza di una panificazione regionale, le proposte presentate unitariamente dal territorio non potrebbero che essere accolte favorevolmente dalla Regione Puglia. “Ancora una volta – commenta l’assessore Pecorella – è stato dimostrato che solo una visione sistemica della ‘questione rifiuti’ è in grado di creare le condizioni per l’elaborazione di soluzioni utili e realmente condivise. Consideriamo questo l’approccio culturale necessario alla Capitanata e per il quale siamo intenzionati a mettere in campo tutto il nostro impegno istituzionale perché oltre gli steccati delle appartenenze politiche la classe dirigente del territorio sia in grado di raggiungere intese operative”. Dopo l’incontro con l’ATO FG/1 – aggiornato a fine gennaio per la discussione tecnica circa le ipotesi di lavoro prodotte – la prossima riunione dell’assessore Pecorella sarà dedicata all’ATO FG/3.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici