Rodi ha il suo porto

18 miglia per raggiungere le Isole Tremiti, 69 per Korcula. Con il nuovo porto turistico di Rodi Garganico si innalza un ponte sull’Adriatico. L’approdo è dotato di 320 posti barca e del primo IBS YACHTING POINT dell’Adriatico che assicurerà servizi di assistenza meccanica ed elettronica e manutenzioni per barche a vela ed a motore. Atteso da cent’anni e costruito in 775 giorni, il marina di Rodi oggi alza finalmente le vele.

Una giornata di festa iniziata già questa mattina con l’inaugurazione di una mostra fotografica che ripercorre passo dopo passo le fasi dei lavori, seguita dalla conferenza stampa moderata dal giornalista Ernesto Tardivo cui hanno preso parte iil sindaco di Rodi Garganico Carmine d’Anelli, l’assessore provinciale al Turismo Nicola Vasciello, la responsabile locale di Italia Nostra Menuccia Fontana, il vicesindaco di Rodi Garganico Donato Petrosino, l’amministratore unico dell’impresa Cidonio Ing. Osvaldo Mazzola ed i tecnici e progettisti del marina tra cui l’Ing. Domenico Caricari, l’Ing. Domenico di Monte ed il Prof. Ing. Leopoldo Franco.

L’inaugurazione, con consueto taglio del nastro, prosegue questa sera alle 19.00 dopo l’arrivo della sacra icona che giungerà dal mare dopo una lunga processione. La madrina dell’evento sarà Caterina Balivo, conduttrice del programma di Rai 1 Festa Italiana. La lunga giornata si chiuderà alle 21.30 con il concerto, nel piazzale del Marina di Rodi, dell’ ‘Italian Big Band’ di Marco Renzi, cui seguirà uno spettacolo di fuochi pirotecnici.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici