Carnevale Dauno, la festa è cominciata

Numerosi gli spettatori che, nonostante il freddo, hanno assistito questa mattina al primo grande appuntamento della 56esima edizione del Carnevale di Manfredonia: la Sfilata delle Meraviglie. Oltre un migliaio i bambini delle scuole materne ed elementari di età compresa tra i 4 e i 10 anni che hanno dato vita ad una parata frizzante e variopinta, coronata dalla verve di Matteo Perillo e Annarita Granatiero, che hanno presentato la manifestazione dinanzi alle tribune di Piazza Marconi.

Anche quest’anno l’evento si è fregiato del patrocinio dell’Unicef, assegnato alla manifestazione nel 1998. Protagonisti della parata sono stati gli alunni delle elementari e i piccoli delle materne di quattro circoli didattici di Manfredonia.

I gruppi quest’anno si sono lasciati ispirare dalla fantasia, dalla musica e dal mare, trasponendo in cartapesta piccoli capolavori frutto del laborioso impegno di mamme e maestre.

Ad aprire le danze, il VI° circolo Garibaldi, che ha mandato “in campo” gli alunni della materna, “Piccole…meraviglie del mare: polpi, pesci, meduse e stelle…dentro al mare se ne vedono delle belle”. A seguire, la scuola dell’infanzia Miramare del IV° circolo “Madre Teresa di Calcutta” che ha scelto come tema la “Magia del Carnevale”, ovvero quando nelle aule allegre e fragorose si scelgono i colori, si tagliano le stoffe, si increspa la carta, si cuce, si incolla, si balla, si canta.

Presente con i suoi “piccini” della materna alla sfilata delle meraviglie anche la scuola materna Rione Occidentale dell’istituto comprensivo Don Milani i cui incantevoli bambini si sono fatti largo tra ali di folla “tamburellando” al ritmo delle tarantelle in una spettacolare rievocazione dei costumi della tradizione garganica.

“Le bambole che passione!…e ce ne sono anche da collezione” è il tema scelto invece dal III° circolo De Sanctis, prima scuola elementare a sfilare: “la bambola, di pezza, di ceramica o di plastica che sia, stimola sempre la nostra fantasia”. Il IV° circolo Madre Teresa di Calcutta ha immaginato un viaggio di Ze Peppe nel mondo dei Maya, un’affascinante civiltà sudamericana con costumi che “splendevano di luce in una rada, nelle foreste del Messico antico, tra cascate e verdi vallate”. Il I° circolo Croce ha scelto come tema “Lo zecchino d’oro” nell’anno in cui se ne celebra il cinquantenario. Costumi strepitosi e coloratissimi, ispirati ad alcune delle più celebri canzoni che hanno segnato i giorni più belli dell’infanzia. “Ze Peppe giangalasse a spasse pà Galassie”: il VI° circolo Cardinale Orsini ha provato invece a raccontare quel che è apparso agli occhi di Ze Peppe mandato in missione su un’astronave a monitorare la galassia allettato dall’idea di poter assumere lo scettro del carnevale nello spazio.

“È una sfilata meravigliosa – ha commentato il sindaco Paolo Campo – unica al mondo per l’umanità e la fantasia che i graziosissimi bambini rappresentano”. Soddisfatto anche il presidente dell’Istituzione, Gino Iacoviello: “Grazie alla sfilata delle meraviglie il nostro Carnevale non ha rivali”.

I bambini sono partiti da piazzale della Libertà (stazione campagna) hanno attraversato viale Di Vittorio e viale Aldo Moro per passare poi dinanzi alle tribune allestite in piazza Marconi e proseguire su viale Miramare fino a piazzale Ferri.

Ad animare la sfilata, anche le majorettes “Le Perle del Golfo” guidate dai professori Elvira La Torre e Dario Castriotta, gli impareggiabili comici sipontini “i Forbicioni” Lello Castriotta e Franco Rinaldi, ormai maschera del carnevale dauno, lo showman Salvatore Ciani, il cabarettista Ivano Latronica, la Big Band Città di Manfredonia accompagnata dalla Mini Band, la banda musicale con le majorettes della scuola secondaria di primo grado Mozzillo Iaccarino e gli artisti del gruppo “Liu.Bo.” di Lucera con giocolieri, mangiafuoco e trampolieri. Successo raccolto anche dalle due postazioni di Rete Smash snodate lungo il percorso della sfilata.

Uno spettacolo di circa tre ore, che ha entusiasmato grandi e piccini. La singolarità di questa manifestazione, oltre all’eccezionale spettacolo che già per sé i bambini regalano, consiste nella mobilitazione generale che suscita nelle famiglie e nelle scuole: un grande unico laboratorio sartoriale e coreografico, una grande palestra di socialità e di benefica attività manipolativa, di ricerca sulle tradizioni, di analisi delle più importanti tematiche dell’attualità: l’ambiente, la pace, l’intercultura e la solidarietà.

Prossimo appuntamento con i piccoli protagonisti del carnevale di Manfredonia, lunedì 23 febbraio, con la Sfilata delle Meraviglie by night, che partirà dalla Rotonda alle ore 18 per terminare in piazza Giovanni XXIII.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici