Un accordo per i precari pugliesi della scuola

Il ministro per l’Istruzione Mariastella Gelmini e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, hanno firmato a Roma un accordo di Programma tramite cui vengono stanziati 22 milioni di euro per il recupero di 1.200 insegnanti precari e 300 dipendenti scolastici della scuola primaria e secondaria. Il piano è promosso dagli assessorati regionali al Diritto allo studio e Formazione professionale, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale e dell’Invalsi (Istituto per la valutazione del ministero dell’Istruzione).

Il progetto, che sarà avviato il 15 novembre e si concluderà il 31 maggio 2010 è chiamato ‘Diritti a scuola’. Le risorse sono tratte del Po Fse 2007-13 a titolarità regionale con l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica, realizzando corsi che saranno affidati agli insegnanti precari inseriti nelle graduatorie degli uffici scolastici provinciali. I corsi saranno dedicati alla matematica e all’italiano e saranno fatti a discrezione delle singole scuole durante l’orario scolastico o nel pomeriggio.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici