Scuola, si torna in classe il 18 settembre

È passato poco più di un mese e già c’è chi pensa al rientro. È stato completato il calendario scolastico per il prossimo anno. Le campanelle d’inizio suoneranno il 14 settembre per ben 13 regioni. Gli ultimi a tornare tra i banchi di scuola saranno gli studenti dell’Abruzzo. Per loro il rientro è previsto per il 21 settembre.

LEZIONI AL VIA- Un ritorno tra polemiche e ricorsi. Dai libri di testo ai precari. Sia come sia il calendario per il 2009/2010 è stato completato. E hanno scelto la data del 14 settembre per il ritorno tra i banchi Alto Adige (Bolzano), Calabria, Campania, Lazio (per il primo ciclo, per il secondo è il giorno dopo), Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Toscana, Trentino, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. Con più calma, e i motivi sono intuibili, inizieranno gli studenti dell’Abruzzo, appunto il 21 settembre. L’Emilia Romagna, il Friuli-Venezia Giulia e il Lazio per il secondo ciclo hanno scelto il 15 settembre, mentre la Basilicata e le Marche il 16. Il 17 settembre, invece, è stato preferito dalla Sardegna, il 18 dalla Puglia e dalla Sicilia.

LE VACANZE- Le vacanze natalizie oscillano di poco in quanto tutte le regioni convergono nell’arco che va dal 23-24 dicembre 2009 fino al 6 gennaio 2010, tranne per il Piemonte dove le vacanze inizieranno il 21 dicembre. Per le vacanze di Pasqua l’arco va dal 29 marzo al 6 aprile 2010 per Alto Adige (Bolzano), Lazio, Liguria, Umbria e Veneto. Il resto delle regioni è più compattato in quanto ha scelto l’intervallo 1-6 aprile per la pausa pasquale.

LA CHIUSURA- Anche sulle date di chiusura delle attività didattiche la maggior parte delle regioni si è trovata d’accordo. Hanno scelto il 12 giugno come stop alle lezioni Abruzzo, Alto Adige (nelle scuole in cui le lezioni sono articolate su 6 giorni settimanali), Basilicata, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana e Valle d’Aosta. Gli studenti di Calabria, Emilia-Romagna, e Trentino lasceranno per primi i banchi di scuola, il 5 giugno, e poi, il 9 giugno, sarà la volta di Marche, Puglia e Veneto. Dovranno pazientare qualche giorno ancora, invece, gli scolari della Sardegna e dell’Umbria che smetteranno il 10 giugno, e dell’Alto Adige e il Friuli-Venezia Giulia l’11 giugno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici