Puglia, al via la vendemmia

Comincia in anticipo, complici le condizioni climatiche particolarmente favorevoli, la stagione della vendemmia in Puglia. E ieri, prima vera giornata di lavoro per le aziende del settore, ad aprire idealmente i lavori che promettono quantità e qualità, c’era il neoassessore alle risorse agricole, Dario Stefàno. «La Puglia vitivinicola – spiega l’assessore – ha, nei tempi fissati dalla nuova regolamentazione comunitaria, predisposto tutto quanto necessario per affrontare con competenza e professionalità le sfide lanciate. In un sinergismo perfetto con la Regione Puglia, la filiera vitivinicola ha concretizzato gli sforzi da tempo avviati per la qualificazione delle produzioni enologiche regionali. La proposizione di sei Denominazioni di Origine Controllata e Garantita, insieme alle proposte di aggiornamento dei disciplinari di produzioni di molti vini Doc, di istituzione di due denominazioni che legano il nome del vitigno al territorio (Negramaro di Terra d’Otranto e Terre di Nero di Troia) e le proposte di modifica delle Igt pugliesi rappresentano gli elementi tangibili di una Puglia proiettata verso la qualità».

Ad accogliere l’assessore, ieri, nelle campagne di Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, gli agricoltori e i soci di una delle più rinomate e produttive cantine della zona. «L’obiettivo nel medio e lungo periodo – ha detto Stefàno parlando poi negli spazi interni dell’azienda – è quello di investire nella qualità inimitabile e irripetibile. La Puglia, con il suo patrimonio inesauribile di vitigni autoctoni può a testa alta affrontare le nuove sfide di una vitienologia globalizzata, garantendo ai suoi vini un’ alta qualità legata all’interazione del vitigno con l’ambiente. Tutte caratteristiche che si integrano perfettamente nella pratica di utilizzo di vitigni autoctoni, poiché solo attraverso produzioni con caratteristiche uniche, le imprese potranno fronteggiare la concorrenza dovuta alla globalizzazione delle tipologie dei prodotti enoici, sia nel mercato nazionale che nel mercato internazionale».

Si è parlato dunque di qualità, ma anche di prospettive di carattere economico. Prospettive di grande momento. «La Puglia – ha rimarcato Stefàno – oggi appare tra le regioni vitivinicole italiane con le maggiori potenzialità avendo vitigni autoctoni, Primitivo, Negroamaro e Nero di Troia in primis, con quelle caratteristiche in grado di intercettare non solo i gusti dei consumatori italiani ma anche di quelli internazionali. Lo sforzo delle istituzioni è quello di esaltare le peculiarità di un sistema vocato alla viticoltura e all”enologia, con azioni di supporto rivolte alle imprese vitivinicole al fine di migliorare le tecniche di produzione e la qualità del prodotto con mirate azioni di promozione e valorizzazione».

Quindi, come detto, lo sguardo interessato alla produzione 2009. Si inizia con le uve precoci (Chardonnay, Sauvignon). Al momento, in base alla situazione rilevata, la previsione dell’imminente vendemmia dovrebbe subire una leggera flessione delle quantità prodotte rispetto al 2008. La situazione del vigneto Puglia registra la presenza di qualche focolaio circoscritto e controllato di peronospora , oidio e muffa nell’areale Jonico – Salentino. L’accumulo glucidico attualmente risulta nella norma, mentre la presenza di un contenuto maggiore di sali negli acini determinano un abbassamento repentino dell’acidità. La rilevazione di queste condizioni ha indotto ai tecnici (enologi) ad anticipare l’epoca di raccolta delle uve al fine di mantenere un buon grado di acidità, a discapito dell’accumulo degli zuccheri. Le condizioni meteorologiche che si verificheranno nei prossimi 15 giorni potrebbero, se caratterizzate da tempo soleggiato ed asciutto, migliorare ulteriormente la qualità dei vini che si andranno a produrre. ma i giudizi sono unanimi nel dire che l’imminente vendemmia potrebbe essere ottima se non addirittura, in alcuni casi, eccellente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici