L’afa dà una tregua ma martedì torna il caldo

La morsa dell’afa si è attenuata e le temperature sono tornate nella media del periodo, grazie anche al refrigerio portato dai venti provenienti dal Nord e all’abbassamento dei livelli di umidità, che hanno ridotto la sensazione di caldo percepito. Nei prossimi giorni il sole splenderà su tutta la penisola e le temperature resteranno stazionarie: caldo estivo quindi ma non africano.

«Domani le temperature supereranno anche i 30 gradi – riferisce il maggiore Francesco Scarponi della Protezione Civile – arrivando a 33-34 gradi in Calabria, Sicilia e Sardegna, ma sono livelli propri della stagione». Però martedì il caldo aumenterà di nuovo, di circa 2 gradi in Sardegna e nelle regioni centrali tirreniche. Potrebbe essere l’inizio di una nuova ondata di calore, ma non è al momento possibile prevederlo.

L’incursione dell’anticiclone africano ha portato venerdì i termometri a toccare i 40 gradi in Puglia e nelle isole maggiori, i 37-38 gradi a Firenze e Bologna e i 36 gradi a Roma.

Secondo il climatolodo Giampiero Maracchi, direttore dell’Ibimet-Cnr di Firenze, nuove ondate di calore arriveranno fino almeno al 10 agosto, intervallate da tregue di qualche giorno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici