Eliambulanza, la base diventa Foggia

L’affidamento del definitivo del servizio di elisoccorso è andato a Foggia. Il direttore generale della Asl Ruggiero Castrignanò ha deciso così. Una firma, quella di Castrignanò che fa sfumare definitivamente la possibilità di avere a Vieste la base del servizio di eliambulanza. E insorge il “Comitato di cittadini per il ripristino sul Gargano nord”, che ha denunciato Castrignanò per omissione di atti d’ufficio. Per loro questa decisione è la condanna a patire disgrazie. Usano proprio questa espressione nella nota stampa diffusa dal loro legale, Antonio D’Altilia, nella quale sono espressi tutti i dubbi e le ragioni per cui la decisione sembra ingiusta nei confronti delle popolazioni garganiche. Da quando il servizio è stato istituito ha funzionato 187 volte, di cui 127 proprio sul Gargano e 88 solo a Vieste. Imporre la base dell’elisoccorso a Foggia, a 40 minuti dai luoghi dell’intervento significa non garantire tempestività ad interventi vitali. Per non parlare dei costi: si passerà da una spesa annua di un milione di euro per l’eliambulanza con base a Vieste, alla spesa annua di quasi tre milioni di euro per l’elisoccorso con base a Foggia. Ciò su cui il comitato si interroga, è come si fa a non definire uno spreco quello di imporre 127 voli annui da Foggia a Vieste pur di non avere la base del servizio a Vieste.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici