Turismo religioso, San Giovanni Rotondo insidia Roma e il Vaticano

Per le prossime festività natalizie gli operatori si aspettano un boom del turismo religioso dall’estero con un picco di arrivi in Italia, in particolare, dalla Germania. La previsione, presentata insieme all’edizione 2009 della Bit, la Borsa internazionale del turismo in programma a Milano dal 19 al 22 febbraio 2009, conclude un anno d’oro per il turismo religioso in Italia. Nei mesi scorsi si è registrato infatti un sensibile incremento di presenze, che lascia sperare in un superamento dei 40 milioni contati per il 2007, compresi gli italiani, per un giro d’affari pari a 4 miliardi di euro.

Rispetto al 2006 la crescita è del 20%. Roma e il Vaticano restano saldamente in testa alla classifica delle mete maggiormente scelte per i pellegrinaggi, ma a insidiarne il primato sono San Giovanni Rotondo, complice l’ostensione della salma di Padre Pio, e Torino, alle prese con il conto alla rovescia per la prossima esposizione della Sacra Sindone. I ‘viaggiatori per fede’, secondo gli organizzatori, si caratterizzano per un nuovo approccio al viaggio religioso, che integra la visita alle mete di pellegrinaggio con il desiderio di ampliare e approfondire la conoscenza dei territori e della loro natura, cultura e arte. Si tratta di viaggiatori molto eterogenei per età, cultura e ceto sociale, solo il 53% dei quali è inquadrabile come ‘pellegrino classico’.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici