L’altra estate sul Gargano: tutti al mare nel giorno dei defunti

Fuori stagione con turisti tedeschi sulle spiagge del Gargano. Il gran caldo riporta l’estate in Puglia e la gente, nel primo week end di novembre, si riversa al mare un po’ in tutte le province. Il meteorologo dice che non si tratta di un fenomeno eccezionale, ma un caldo così, di questa entità, di questi tempi, non si registrava dal 1990. Oggi ci saranno ancora punte di afa, mentre da domani le temperature dovrebbero rientrare nella normalità. Mare. E sole. E caldo da venir voglia di prendere un bagno. Latitudini di casa nostra, paesaggi afosi di Puglia, caldo che non t’aspetti, una propaggine dell’estate che è stata. La tradizione del sapore vacanziero che si prolunga fino alla festività di Ognissanti. Scene forse già viste, anche se 29 gradi a novembre non possono non sorprendere. Il nostro Gargano celebra la calata dei tedeschi. Quella destagionalizzazione del turismo di casa nostra, così tanto predicata trovano la loro più piena realizzazione in un camping di Vieste dove la famiglia di Franz si rallegra per la scelta di scendere sul Gargano (feudo teutonico per eccellenza) in questo che è il post, post fine alta stagione. Il litorale tra Mattinata e Rodi Garganico ieri era di nuovo affollato a dopo i drammi (causa incendi) della scorsa stagione. E tanti saluti al freddo (loro giurano stringente) che dalle parti dell’Europa centro settentrionale ha già preso posto in pianta stabile.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici