Provincia: primo bilancio sulla viabilità

E’ positivo il bilancio dei primi sei mesi di amministrazione da parte della Provincia di Foggia sulla viabilità. L’assessore provinciale ai Lavori Pubblici con delega alla viabilità, Vito Guerrera, è soddisfatto dell’operato dell’ente ed in particolare modo del suo assessorato. Tra i lavori appaltati, vanno sicuramente sottolineati quelli per l’ampliamento e la messa in sicurezza della strada provinciale 109 che collega Lucera a San Severo, perchè l’arteria in questione è definita la “strada della morte” per i numerosi incidenti registrati, a volte anche mortali. E’ stato approvato anche il progetto definitivo relativo ai lavori di ammodernamento e messa in sicurezza della S.P. 77 “Rivolese” (ex S.S. 545), l’arteria che collega Cerignola alla S.P. 141. Intervento, quest’ultimo, che insieme ai lavori di allargamento e di ammodernamento che partiranno a breve sulla S.P. 141 (ex-statale delle saline) che collega la stessa S.P. 77 a Manfredonia, agevoleranno il collegamento tra il porto industriale di Manfredonia e l’interporto di Cerignola. Sono stati appaltati, inoltre, i lavori per la ricostruzione di due ponti crollati circa 30 anni fa. Il primo ponte che sarà ricostruito è quello sul torrente Candelaro, sulla provinciale 74, in agro di San Marco in Lamis mentre il secondo sarà realizzato sul canale Tecchia, sulla provinciale 60, in agro di Manfredonia. E’ stato approvato il progetto esecutivo per la sistemazione della frana sulla S.P. 130, nel tratto Tertiveri-Alberona e il progetto esecutivo per la realizzazione dello svincolo a livelli sfalsati sulla S.S. 16, relativamente alla costruzione della strada regionale n. 1. Proprio in merito alla S.R. 1, martedì scorso, l’esecutivo di Palazzo Dogana ha approvato lo studio di prefattibilità in merito alla realizzazione dell’arteria regionale che collega il casello di Poggio Imperiale a quello di Candela. La strada regionale, lunga circa 85 Km, era stata finanziata per un importo complessivo di 255 milioni di euro. La settimana scorsa, invece, sono terminati i lavori sulla S.P. 51, a circa 4 Km da Ischitella, per chiudere la grossa voragine (sotto la quale si è scoperta una grotta) che, nel mese di luglio scorso, ha causato la chiusura dell’arteria. Infine, la giunta provinciale ha disposto che la somma di 2 milioni di euro, originariamente stanziata per l’appalto del Global Service, venga utilizzata per la realizzazione di interventi su alcune strade provinciali del preappennino dauno. In particolare, 1 milione di euro saranno destinati alla S.P. 130, nel tratto che collega Roseto Valfortore al confine campano, 500mila euro per la sistemazione di una grossa frana sulla S.P. 125, alle porte di Faeto, 250mila euro per la S.P. 136 bis, nel tratto che collega Monteleone di Puglia al confine campano ed i restanti 250mila euro per la sistemazione del ponte sulla S.P. 13, vicino Lucera.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici