Politiche 2008, affluenza in calo

Il Viminale ha reso noto con un comunicato che alle ore 12 di oggi le percentuali dei votanti sono state le seguenti: per la Camera dei Deputati 16,356 per cento; per le Provinciali 14,286 per cento; per le Comunali 15,564 per cento. Alle politiche del 2006, alla stessa ora, aveva votato il 17,6 per cento degli aventi diritto. Si vota fino alle 22 di oggi e domani dalle 7 alle 15. Gli italiani sono chiamati a eleggere il nuovo Parlamento (618 deputati e 309 senatori) e a scegliere sindaci e Consigli di 429 Comuni, fra cui la Capitale. In ballo anche i presidenti di 9 Province: Asti, Varese, Massa Carrara, Roma, Benevento, Foggia, Catanzaro, Udine e Vibo Valentia
• Le nuove Camere si insedieranno il 29 aprile

Sono in corso regolarmente da questa mattina alle ore 8, e proseguiranno oggi fino alle ore 22, le operazioni di voto per il rinnovo del Parlamento. Si vota anche per l’elezione del presidente e di due assemblee regionali, in Sicilia e in Friuli-Venezia Giulia, di 8 Province, tra cui quella di Roma e Foggia, e di 423 comuni, compreso il Campidoglio.
I seggi riapriranno domani alle 7 per chiudere alle 15.
Alle ore 12 l’affluenza alle urne, per le elezioni riguardanti il rinnovo della Camera dei Deputati, era del 16,35 per cento degli aventi diritto. Nelle precedenti elezioni, alla stessa ora aveva votato il 17,64 per cento degli elettori. Diverso invece il dato dell’affluenza alle provinciali, dove l’affluenza è stata alle 12 del 14,28 per cento, in aumento rispetto all’11,30 per cento delle precedenti elezioni.
Per la Camera (dove per votare basta aver compiuto il 18/o anno di età) gli elettori sono 47.126.326 mentre per il Senato (per votare bisogna avere 25 anni) sono 43.133.946, in 61.212 sezioni.
Nessun problema finora ai seggi, come anche lo stesso ministero dell’Interno sottolinea in una nota, e tutto si sta svolgendo regolarmente.
Tra i primi a votare il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che questa mattina, accompagnato dalla moglie Clio, si è recato a votare in via Panisperna a Roma, salutato da un caloroso applauso di tutti i presenti. Ha già votato anche il candidato premier del Pd, Walter Veltroni, accompagnato dalla moglie Flavia e dalle due figlie. Nella stessa sezione ha già votato anche Gianfranco Fini. A Milano ha votato in una scuola media il candidato premier del Pdl, Silvio Berlusconi, mentre il presidente del consiglio Romano Prodi ha votato a Bologna.
Tra i pochissimi contrattempi che si sono registrati finora, la riapertura dell’urna in una sezione elettorale nel Torinese dopo che il presidente si era accorto di quattro schede non timbrate. Dopo averle timbrate e compilato il verbale, sono riprese le operazioni di voto. Un sasso ha invece rotto nella notte il vetro di una scuola nel cosentino, sede di seggio elettorale, e, sempre nella notte, un cittadino turco è stato denunciato per tentato furto perchè aveva cercato di prendere la bandiera della Unione Europea affissa davanti un seggio elettorale di una scuola romana.

EMILIA REGIONE CON PIU’ VOTANTI (22,46), IN CODA LA CALABRIA (10,26)
La regione in cui si è votato di più alle 12 è l’Emilia Romagna dove, secondo i dati del Viminale, ha votato il 22,46% degli aventi diritto. La regione dove l’affluenza è stata più bassa è invece la Calabria con il 10,26%. Questi i dati dell’affluenza alle 12 regione per regione: Piemonte 16,99%, Valle d’Aosta 18,24%, Lombardia 19,18%, Trentino Alto Adige 18,34%, Veneto 18,68%, Friuli Venezia Giulia 17,97%, Liguria 19,27%, Emilia Romagna 22,46%, Toscana 18,03%, Umbria 16,85%, Marche 16,53%, Lazio 15,77%, Abruzzo 13,13%, Molise 13,63%, Campania 13,68%, Puglia 13,15%, Basilicata 11,52%, Calabria 10,26%, Sicilia 11,38%, Sardegna 13,99%.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici