Comunità Montana del Gargano: restano agli arresti Pinto e Maratea

Restano agli arresti domiciliari Nicola Pinto e Giuseppe Maratea rispettivamente ex presidente e ex assessore alla cultura della Comunità Montana del Gargano accusati di concussione per una presunta mazzetta da 20.000 euro.

I giudici del tribunale della libertà hanno rigettato la richiesta presentata dai legali dei due indagati di annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare del gip di Foggia. I legali avevano chiesto la remissione in libertà ritenendo che non sussistessero né i gravi indizi né il pericolo di reiterazione del reato – visto che Maratea si è dimesso e Pinto è stato sospeso – per giustificare gli arresti domiciliati. Ma i giudici hanno rigettato questa tesi, ritenendo invece valida quella dell’accusa.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici