San Pio, un business da oltre cento milioni di euro

Possono finalmente tirare un sospiro di sollievo gli albergatori del paese di San Pio, perchè da giovedì scorso, e fino a ottobre prossimo, si registra il tanto bramato “tutto esaurito”.

Dal 2000 ad oggi le strutture ricettive a San Giovanni Rotondo sono aumentate da 20 a 120 per un totale di oltre 9000 posti letto. I media hanno parlato del business di Padre Pio ed effettivamente, anche il turista più distratto, facendo un giro veloce tra le vie del centro, non può non accorgersene. E dunque quasi tutta l’economia di San Giovanni Rotondo ruota attorno alla figura di San Pio da Pietrelcina: dalle coroncine del rosario al calendario, dalle simpatiche bavette per neonati alle intramontabili statuine.

Insomma è proprio il caso di dire si fa di necessità virtù. Un business da oltre cento milioni di euro ogni anno. Non va dimenticato, poi, il turismo religioso che da lavoro a circa quattromila persone solo a San Giovanni Rotondo, mentre sono tremila quelli dell’indotto.

Ma Padre Pio non è solo business ma è anche grande ospedale, la casa Sollievo della Sofferenza, tra i più moderni del Mezzogiorno, sorto nel 1956 e che oggi conta un migliaio di posti letto e 26 reparti. Insomma numeri che fanno parlare di una sorta di miracolo economico se si pensa che nel territorio di San Giovanni Rotondo, nel cuore della Montagna del Sole, il tasso di disoccupazione è il 5% in meno della media regionale.

Continua intanto il pellegrinaggio dei fedeli a San Giovanni Rotondo, per poter venerare le spoglie di San Pio.

Sperimentati i tre ingressi previsti per accedere alla cripta: il percorso rosso per chi è giunto senza prenotazione, quello verde per chi ha prenotato la visita, e quello riservato ai diversamente abili. Si entra a gruppi di 150 alla volta; la visita nella cripta dura 15 minuti, il tempo necessario per una preghiera e per una breve sosta davanti alla teca di cristallo contenente il corpo del santo. La salma rimarrà esposta, lo ricordiamo, fino al 23 settembre 2009.

Fonte: teleradioerre.it

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici