Peschici, arriva Berlusconi

Il 24 luglio, primo anniversario dei tragici avvenimenti che hanno segnato profondamente l’intero Gargano, sarà la giornata della memoria, ma anche del riconoscimento alla generosità dei cittadini e amministratori dei tre Comuni maggiormente colpiti dai devastanti incendi: Peschici, Vieste e Vico del Gargano. Insieme alla annunciata visita del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, potrebbe esserci la consegna della medaglia al valor civile alle popolazioni dei tre Comuni e a quanti, con grande generosità, si adoperarono per soccorrere le migliaia di turisti che rischiarono di restare intrappolate tra le fiamme che stavano divorando ettari ed ettari di pineta.

L’iniziativa, del neo deputato, Angelo Cera, il quale ha presentato, in tal senso, una proposta che ha trovato piena disponibilità da parte di molti parlamentari.

Se tutto andrà per il verso giusto, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, potrebbe firmare il decreto entro, appunto, il 24 luglio. Gli incendi di un anno fa hanno, indubbiamente, aperto una ferita che, ancora oggi, è aperta. E si deve, appunto, a quanti si resero immediatamente conto della gravità di quanto stava accadendo e del pericolo che stavano correndo le migliaia di turisti se le vittime furono soltanto tre anziani, due dei quali rimasti imprigionati nella loro auto. Soccorsi, certamente improvvisati, ma efficacissimi, tant’è che consentirono una via di fuga a quanti, per sfuggire alle fiamme, si erano ammassati sulle spiagge. E proprio dal mare arrivarono i soccorsi: decine e decine di natanti, per tutto il pomeriggio, fecero la spola tra il litorale e il porto di Peschici, trasportando mamme che stringevano tra le braccia i loro bambini. E tutto ciò, ininterrottamente, fino a serata inoltrata.

Fu anche il momento che consolidò il rapporto di amicizia tra quanti, con gli occhi della disperazione vissero quei momenti, e i soccorritori. Sentimenti che sono rimasti immutati nel tempo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici