Legalità nel quotidiano, premiata la V B del Mauro del Giudice

Il Comitato Scientifico, presieduto da Pier Luigi Vigna, procuratore generale onorario della Corte di Cassazione, ha ritenuto meritevole di segnalazione la Classe V B dell’Istituto Tecnico Commerciale per Geometri “Mauro del Giudice” di Rodi Garganico (a.s. 2007-08), assegnandole il Premio speciale della Giuria per il lavoro svolto sul tema “La Legalità nel Quotidiano”. Alla cerimonia sono intervenuti Sandro Degni (vicepresidente Fondazione BNC), Andrea Ceccherini (presidente Osservatorio Permanente Giovani-Editori), Pier Luigi Vigna (procuratore generale onorario Corte di Cassazione) di fronte a una delegazione di 120 studenti, provenienti dalle regioni Calabria e Puglia, in rappresentanza degli oltre 40mila che hanno partecipato al concorso inserito nel contesto del progetto “Il Quotidiano in Classe”.

“La Legalità è la condizione essenziale per la crescita e lo sviluppo del Paese ed in particolare del Mezzogiorno – ha dichiarato Sandro Degni (vicepresidente Fondazione BNC). – La cultura della legalità fa nascere l’impegno civile e sociale e questa iniziativa, che parte dai giovani e attraverso i giovani fa crescere questo tipo di impegno, è la strada per sperare in un futuro migliore”.

“Qual è il messaggio che vorrei lasciarvi? Dovete avere paura di avere paura – ha detto Andrea Ceccherini (presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori). La paura è nemica della legalità, alimenta il dubbio, lascia ombre, insomma è un qualcosa attraverso cui la criminalità vive, si alimenta e trova spazio nella società. L’esempio di Obama, dell’ultimo cittadino che è diventato il primo, è l’esempio di una cultura della legalità che permette a chi merita di sognare, che conferma che ‘se vuoi, puoi’ e che poter sognare è un diritto e un dovere di voi giovani”.

Il concorso “La Legalità nel Quotidiano” è nato con l’obiettivo di stimolare l’attenzione e la riflessione degli studenti di due regioni italiane simbolo della lotta alla criminalità, come Calabria e Puglia, sull’importanza di promuovere una vera cultura della legalità, ispirata al rispetto delle regole, alla convivenza e all’impegno civile e sociale.

Nel corso dell’anno scolastico 2007-2008, gli studenti che hanno partecipato all’iniziativa hanno realizzato un elaborato sul tema “La criminalità organizzata: un ostacolo allo sviluppo del Mezzogiorno. Legalità, lavoro e solidarietà: le armi per contrastarla” frutto della rielaborazione in classe di una serie di interviste fatte sul territorio dai ragazzi. I migliori elaborati, selezionati tra quelli pervenuti, sono stati individuati dal Comitato Scientifico, presieduto da Pier Luigi Vigna.

“La lotta alla mafia e alla criminalità – ha detto Pier Luigi Vigna – si combatte non solo sul piano repressivo, come dimostrano i risultati dell’operazione “Perseo” di oggi ma anche, e non con minore importanza, su quello preventivo, com’è nello spirito dell’iniziativa “La Legalità nel Quotidiano”, un’attività che attraverso la cultura e l’educazione alla legalità coinvolge moltissimi giovani di Puglia e Calabria”.

Le altre tre classi vincitrici dell’iniziativa sono:
• prima classificata – Classe III C del Liceo Classico “Ivo Oliveti” di Locri (Rc)
• seconda classificata ex aequo – Classe IV D dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Galileo Galilei” di Monopoli (Ba)
• seconda classificata ex aequo – Classe IV D dell’Istituto Tecnico Commerciale “B. Grimaldi” di Catanzaro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici