Il ministro De Castro al padiglione pugliese del Vinitaly

In un’affollata conferenza stampa organizzata ad horas nel padiglione della Regione Puglia al Vinitaly di Verona, il Ministro delle Politiche Agricole Paolo De Castro ha presentato le iniziative pugliesi e ha affrontato il tema delle presunte sofisticazioni del vino italiano.

Introdotto dall’assessore alle Poltiche Agroalimentari della Regione Puglia, Enzo Russo e dal presidente di Unioncamere Puglia, Luigi Farace, De Castro ha avuto parole d’elogio per il padiglione pugliese “tra i più belli”, con “numeri eccezionali. Numeri che dimostrano come il settore sia vitale e voglia conquistare i mercati anche dove il cambio euro/dollaro è a noi sfavorevole”. Per De Castro si tratta di “orgoglio italiano, fatto anche da gioco di squadra, quello che ha portato alla decisione sull’Expo di Milano, che sarà dedicato alla sicurezza alimentare. Questo lascia in secondo piano i fatti di Massafra, che possono accadere anche nelle migliori famiglie. L’inchiesta che riguarda alcune cantine italiane dimostra che i controlli funzionano e per questo bisogna ringraziare il Corpo Forestale dello Stato, corpo che dipende dal nostro Ministero. Il caso è una mosca bianca nel mare magnum dell’impresa di qualità, che non enfatizzato ma spiegato, spiegando anche che i controlli funzionano”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici