Borse di studio a.s. 2007/2008 e libri di testo per l’a.s. 2008/2009

Le nuove disposizioni prevedono modalità, tempi e fasi per la concessione dei benefici previsti dalla Legge 62/2000 e dal Dpcm 106/2001 (Borse di Studio) e dall’art. 27 della Legge 448/1998 (Libri di Testo). Hanno diritto ai contributi gli alunni e gli studenti appartenenti a famiglie con I.S.E.E. (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 10.632,94 euro. Per ottenere i benefici le famiglie potranno presentare istanza presso le Scuole di riferimento entro il 19 aprile 2008 (Borse di Studio) ed entro il 23 agosto 2008 (Libri di Testo). Spetterà ai Comuni, nei giorni seguenti, acquisire tempestivamente le istanze dalle scuole per la relativa istruttoria e per la successiva assegnazione dei benefici agli aventi diritto, sulla base dei fondi assegnati dalla Regione Puglia. La Giunta Vendola, per finanziare gli interventi in questione, anche nel 2008 utilizzerà stanziamenti statali pari a 17.008.995 euro per le Borse di Studio e a 11.249.290 per i Libri di Testo. Secondo le direttive dell’Assessore al Diritto allo Studio Domenico Lomelo, i fondi saranno ripartiti tenendo conto delle istanze presentate dalle famiglie durante il passato anno scolastico. Questi ultimi dati saranno resi noti dai Comuni entro la fine di questo mese. L’importanza per le famiglie pugliesi di questi benefici si evince, tuttavia, dai numeri attualmente disponibili: nel 2006, nella nostra regione, sono state assegnate dai Comuni complessivamente 213.557 Borse di Studio (Scuola Primaria: 78.525; Scuola Secondaria 1° grado: 64.802; Scuola Secondaria 2° grado: 70.230) e 152.523 Buoni o Rimborsi per acquisto libri (Scuola Secondaria 1° grado: 87.524; Scuola Secondaria 2° grado: 64.999). Le Borse di Studio sono previste per gli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° e 2° grado; la fornitura dei libri di testo riguarda soltanto le Scuole Secondarie di 1° e 2° grado; per le Scuole Primarie seguitano ad applicarsi le disposizioni che prevedono la fornitura gratuita a tutti gli alunni. I Comuni potranno disporre, ove sia effettivamente necessario, brevi spostamenti dei termini per la presentazione delle istanze da parte delle famiglie. L’obiettivo del Settore Diritto allo Studio, grazie alla collaborazione delle Amministrazioni locali e delle Istituzioni scolastiche, è quello di liquidare le Borse di Studio entro la fine dell’anno scolastico in corso e di assicurare la fornitura parziale e totale dei libri di testo entro i primi giorni del prossimo anno scolastico.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici