Pesca illegale, sequestrati attrezzi e rete da posta

Numerosi attrezzi da pesca, tra cui 35 nasse e una rete da posta lunga circa 100 metri, sono stati sequestrati dall’equipaggio di una motovedetta nell’ambito di controlli compiuti da personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste lungo il litorale da Vieste a Lesina.

Gli attrezzi erano privi di qualsiasi segnalamento marittimo sia diurno sia notturno. La pesca illegale viene compiuta da pescatori occasionali e improvvisati che si avvalgono di strumenti per la pesca senza essere in possesso delle licenze previste e senza conoscere le leggi e i regolamenti per prevenire gli abbordi in mare. Le attrezzature vengono posizionate senza segnalamenti e, per questo, recano un serio pericolo per tutti gli utenti del mare.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici