Michele Curtotti, legale di Nicola Pinto: “Il mio assistito è estraneo al fatto”

“Il mio assistito ha chiesto di essere ascoltato ma la procura non lo ha fatto”. Così parla l’avvocato Michele Curtotti, difensore di Nicola Pinto, presidente della comunità montana del Gargano, accusato assieme all’assessore alla cultura, Giuseppe Maratea, di concussione continuata.

“Il mio assistito – continua l’avvocato – ha depositato una memoria per l’esigenza di far ascoltare la nostra voce”.

“Pinto – conclude il legale – si è detto e si dice estraneo a qualsiasi fatto concussivo”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici