L’ombra di una denuncia nella querelle San Pio

Non cessa di creare scalpore la polemica legata alla riesumazione di San Pio da Pietrelcina. Ora tra i polveroni legali si profila anche una possibile denuncia per l’ipotesi di abuso d’ufficio in atti pubblici. Ancora una volta pioniera di questa battaglia giuridica è l’associazione “Pro Padre Pio – L’uomo della Sofferenza” che, nei giorni scorsi, ha chiesto alla Procura di Foggia di aprire un filone di indagini circa la condotta tenuta dal commissario prefettizio del comune di San Giovanni Rotondo Michele Di Bari.

Stando a quanto sostenuto dall’associazione, l’attuale capo del governo cittadino non avrebbe avuto alcun titolo per firmare l’autorizzazione alla riesumazione; non poteva – affermano gli stessi – svolgere amministrazione straordinaria quale l’evento mondiale della riesumazione e traslazione della salma del Santo delle Stimmate.

La procura del capoluogo è dunque chiamata in queste ore a verificare la legittimità della firma necessaria per avviare l’iter burocratico. Va anche detto che, emerge da indiscrezioni, l’ex sindaco del centro garganico Salvatore Mangiacotti, era contrario alla riesumazione e alla traslazione della salma di Padre Pio. Non a caso prima di lasciare la carica, l’amministrazione del paese garganico, stava valutando un atto promosso da Giovanni Scarale, figlio spirituale di San Pio, circa la possibilità di promuovere un referendum popolare per chiedere ai cittadini il loro parere.

Adesso resta ancora un dubbio che esula dalle vicende legali. La chiesa di Santa Maria delle Grazie potrà ospitare gli oltre trecento mila fedeli che arriveranno da tutto il mondo? Al quesito sarà chiamato a rispondere il prefetto di Foggia Sandro Calvosa che, per questioni di ordine e sicurezza pubblica, potrà dare autorizzazione alla traslazione della salma nella nuova chiesa di Renzo Piano, dove, tra l’altro, è già stato realizzato lo spazio che ospiterà le spoglie del Santo. Un eventuale trasferimento già avallato dal prefetto della Congregazione dei Santi del Vaticano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici