Inchiesta sanità coinvolgerebbe Vincenzo Russo, procuratore Foggia

Anche Vincenzo Russo (procuratore di Foggia) sarebbe coinvolto nelle indagini che hanno investito Sandra Mastella. Però il suo difensore, Vittorio Giaquinto, dice che non è stato sinora depositato in cancelleria alcun provvedimento del gip di Santa Maria Capua Vetere

Non è stato sinora depositato in cancelleria alcun provvedimento del gip di Santa Maria Capua Vetere Francesco Chiaromonte nell’ambito delle indagini riguardante il procuratore di Foggia, Vincenzo Russo, e il consuocero di Mastella Carlo Camilleri, indagini che – secondo indiscrezioni – sarebbero le stesse nelle quali è rimasta coinvolta Sandra Mastella. Lo si è appreso dal difensore del procuratore di Foggia, avv.Vittorio Giaquinto, il quale tuttavia precisa anche di non saper per certo se l’indagine riguardante Russo sia la stessa che riguarda Sandra Mastella.
In cancelleria non sarebbe stato depositato ancora alcun provvedimento neppure per Sandra Mastella: interpellato al riguardo, il legale afferma di non saperlo per certo – non essendo il difensore della moglie di Mastella – ma di averlo sentito dire in tribunale.

er il procuratore di Foggia si attende una decisione su una richiesta di interdizione dal lavoro avanzata dai pubblici ministeri Alessandro Cimmino e Maurizio Giordano, oltre che per Russo, anche per il prefetto di Benevento ed ex vice prefetto vicario di Caserta, Giuseppe Urbano, per il presidente del Consiglio di Stato, Paolo Salvatore, per tre giudici amministrativi del Tar Campania e per un vigile urbano in servizio ad Alvignano, Luigi Treviso.

L’indagine dalla quale sono scaturite le richieste d’interdizione sarebbe nata da intercettazioni telefoniche, disposte dalla Procura di S.Maria Capua Vetere nell’ambito dell’inchiesta che portò all’arresto, nel giugno 2007, dell’ex manager della Provincia di Caserta Antony Acconcia e dell’ex sindaco di Alvignano, Domenico Bove, esponente dell’Udeur.

Falso, corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e tentato abuso d’ufficio i reati contestati agli indagati, a vario titolo.

Fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici