Concussione, rimessi in libertà Pinto e Maratea

Sono stati rimessi in libertà Nicola Pinto e Giuseppe Maratea, il presidente e l’assessore alla cultura della Comunità Montana del Gargano, agli arresti domiciliari dal gennaio del 2008 perchè accusati di aver ottenuto 20 mila euro, da un professionista, per realizzare una rete internet wireless sul promontorio garganico.

Lo ha deciso il tribunale di Foggia che ha accolto le richieste del collegio difensivo dei due imputati che avevano evidenziato la cessazione delle esigenze cautelari.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici